• pubblicato il 31-07-2013

Fiat guadagna di più nel secondo trimestre 2013: i ricavi crescono del 4% rispetto al 2012

Confermati gli obiettivi dell'anno, crescono i ricavi del 4% rispetto al 2012. Ma l'Europa è sempre negativa.

La combinazione della riduzione delle spese in Europa, con la spinta della risanata Chrysler, hanno permesso al Gruppo Fiat di chiudere il secondo trimestre dell'anno con numeri positivi.

In totale, l'ex Lingotto ha guadagnato 1,57 miliardi di euro tra aprile e giugno, un 8,7% in più rispetto all'anno precedente. Anche la fatturazione combinata del Gruppo è cresciuta nel secondo trimestre del 2013, fino a raggiungere quota 22,3 miliardi di euro, un 3,7% in più rispetto al 2012.

A questo, Chrysler, ha contribuito con una fatturazione di 13,8 miliardi di euro, con benefici per un valore di 967 milioni di euro. Senza Chrysler, Fiat avrebbe ottenuto un risultato positivo per un valore di 90 milioni di euro.

Per Fiat il secondo trimestre è stato positivo su tutti i mercati tranne sull'EMEA (dove è inclusa anche l'Europa). Le perdite nel vecchio continente ammontano a circa 98 milioni di euro, il che equivale ad un calo delle vendite del 5% (234 mila automobili vendute nel secondo trimestre).

La quota di mercato europea, per Fiat, è scesa, infine, di mezzo punto percentuale a 6,3%. per il segmento A, la Fiat Panda e la Fiat 500 si sono confermate come i modelli più venduti.

Molto bene, soprattutto, la nuova Fiat 500L che nel secondo trimestre ha già raggiunto quota 18.000 unità vendute.

Per concludere, tutti gli obiettivi dell'anno posti da Marchionne per ora sono stati raggiunti, e per il 2013 rimane la stima di chiusura a 4 miliardi di euro.

Fiat guadagna di più nel secondo trimestre 2013: i ricavi crescono del 4% rispetto al 2012

L'opinione dei lettori