• pubblicato il 10-10-2012

Ford: allo studio un carbonio a basso costo per tutte le vetture di serie

Allo studio dall'Ovale Blu una particolare fibra di carbonio a basso costo da usare su larga scala. Entro il 2020 auto in media più leggere di 340 Kg.

Negli ultimi anni la strategia più diffusa tra le Case costruttrici per la riduzione di consumi ed emissioni delle auto, è stato senza dubbio il downsizing motoristico. Molte nuove motorizzazioni, tipo ad esempio il 0,9 Twinair di Fiat, o il 1.0 EcoBoost di Casa Ford stanno sostituendo propulsori di cilindrata maggiore mantenendone comunque la stessa potenza ma riducendo di molto emissioni e consumi.

Il passo seguente in questa direzione riguarda invece l'alleggerimento delle auto. E anche qui stiamo vedendo la nascita di nuove piattaforme sempre più leggere: la nuova MQB, ad esempio, ha fatto perdere circa 100 kg alle nuove Volkswagen Golf 7, Audi A3 e Seat Leon.

I vantaggi di un carbonio a basso costo

Ma l'ultima frontiera per l'alleggerimento dei veicoli sembra essere quella che riguarda la ricerca di nuovi materiali compositi.

Ford, ad esempio, sta attualmente lavorando ad un inedito cofano realizzato in fibra di carbonio la cui produzione potrebbe essere così veloce che potrebbe debuttare su un'auto di grande diffusione come la Ford Focus.

Il processo di fabbricazione di un pannello di carrozzeria in fibra di carbonio è molto laborioso e costoso, ma i vantaggi sono indiscutibili.

È, infatti, fino a 5 volte più resistente, due volte più rigido e pesa soltanto un terzo rispetto allo stesso pezzo in acciaio.

Ma in questo caso si sta cercando di realizzare nuove tecniche che riducano i costi di fabbricazione e permettano di usare il materiale ultra-leggero e  resistente anche sulle auto di serie di larga scala.

Vetture più leggere, fino a 340 Kg, entro il 2020

Le prove iniziali della Ford Focus equipaggiata con un cofano motore in Carbonio serviranno a verificare che questo sia in regola con le norme di sicurezza in caso di investimento di un pedone. A questo fine serve una speciale spuma racchiusa tra due lamine di plastica rinforzate con la fibra di carbonio.

Inoltre questo componente sarebbe anche più resistente in caso di piccoli urti. La caratteristica principale di questa fabbricazione risiederebbe, infine, in un intreccio delle fibre inedito, che non seguirebbe il tradizionale intreccio normalmente impiegato.

Ad ogni modo con questo tipo di materiali, Ford si è posta l'obiettivo, entro il 2020, di ridurre il peso medio delle sue vetture fino a 340 Kg.

Ford: allo studio un carbonio a basso costo per tutte le vetture di serie

L'opinione dei lettori