• pubblicato il 08-07-2016

Fernando Alonso con la NSX all'Estoril

di Junio Gulinelli

Il pilota asturiano alle prese con la nuova supercar giapponese

Nel 1989 toccò ad Ayrton Senna presentare la prima generazione della Honda NSX. Allora, Fernando Alonso aveva solo 8 anni e probabilmente non avrebbe mai immaginato che, a distanza di quasi 30 anni, sarebbe stato proprio lui a fare da testimonial alla seconda generazione, quella dei tempi moderni, della supercar giapponese.

Anche se i risultati della Formula 1 non stanno compiendo le aspettative della Casa nipponica, Honda vuole comunque dimostrare le sue capacità con questa super sportiva da 581 CV alimentata da tre motori elettrici, un propulsore V6 da 3,5 litri e un arsenale tecnologico da far invidia a tutta la concorrenza.

Dopo qualche giro al volante della nuova NSX sul circuito dell'Estoril, in Portogallo, il pilota asturiano ha elogiato le qualità di questa supercar e ha ammesso di essersi divertito di più con lei che con la sua McLaren MP4-31: “La Formula 1 è come un disegno tecnico, mentre la NSX è un disegno artistico, non c'è bisogno di ricercare il millimetro come facciamo in competizione”.

La nuova Honda NSX, che è ormai prossima al debutto commerciale, dovrà vedersela con sportive del calibro di McLaren 570S, Ferrari 488 GTB e Porsche 911 Turbo S. La trazione integrale, un look esclusivo e il suo powertrain ibrido saranno le armi che userà per dissuadere i potenziali clienti dalla concorrenza...

 

TAG

Fernando Alonso con la NSX all'Estoril

L'opinione dei lettori