• pubblicato il 13-08-2014

Jaguar Lightweight E-Type

di Francesco Irace

A Pebble Beach il primo dei sei esemplari da produrre per portare a termine un progetto nato nel 1963

Il progetto “Special GT E-Type” iniziato nel 1963 prevedeva la costruzione di diciotto Jaguar Lightweight E-Type. Di queste, ne furono realizzate solo dodici.

Così Jaguar per non lasciare nulla in sospeso ha deciso di produrre le sei unità “sospese”, decidendo di portare la prima di queste a Pebble Beach dove tra qualche giorno ci sarà il consueto Concorso d'Eleganza.

Fedeli alle vetture già prodotte in passato

Le nuove Jaguar Lightweight E-Type saranno realizzate per le competizioni dedicate ai veicoli storici. Saranno costruite in alluminio proprio come le prime vetture e saranno anche assemblate seguendo i processi utilizzati negli anni '60.

Saranno più leggere di 114 kg rispetto alla E-Type di serie e saranno spinte da un motore 6 cilindri da 3.9 litri – derivato dalla D-Type che vinse a Le Mans nel 1957 – capace di sviluppare una potenza di oltre 300 CV e circa 380 Nm di coppia massima, abbinato al cambio manuale a 4 rapporti.

Le Jaguar Lightweight E-Type saranno dotate di sospensioni con schema a triangoli sovrapposti davanti e a ruote indipendenti dietro. I cerchi sono in lega da 15'', mentre l'impianto frenante deriva da quello del modello standard. All'interno della vettura, dove troviamo un'abitacolo piuttosto spartano, spiccano sedili a guscio rivestiti in pelle e il volante in legno.

Jaguar Lightweight E-Type

L'opinione dei lettori