• pubblicato il 12-03-2013

Lamborghini: +30% di consegne nel 2012

di Francesco Irace

Rispetto al 2011 il marchio italiano fa registrare in Europa una crescita del 34%

In un mercato dove da diverso tempo sono i dati negativi a farla da padrone, Lamborghini inverte la tendenza e chiude l'anno fiscale 2012 con un importantissimo incremento a doppia cifra del fatturato e delle consegne ai clienti finali.

Consegne globali aumentate del 30%

In particolare, la consegne globali sono cresciute del 30% (2.083 unità) rispetto all'anno precedente, con un fatturato che fa segnare la cifra di 469 milioni di euro (contro i 322 mln del 2011).

"Nonostante le incertezze finanziarie ed economiche a livello mondiale, Lamborghini ha chiuso un 2012 molto soddisfacente, confermando la validità della strategie prodotto e commerciale. Continueremo ad investire nello sviluppo della nostra gamma prodotto per garantire un ulteriore sviluppo nei prossimi anni", ha detto Stephan Winkelmann, Presidente e Amministratore Delegato di Automobili Lamborghini.

“Essendo un’azienda che opera a livello globale, abbiamo una distribuzione delle vendite equamente bilanciata, che ci ha aiutato di compensare le flessioni in specifici mercati. Nel 2012 abbiamo venduto oltre il 70% della nostra produzione fuori dall’Europa”.

“Accanto ai modelli già esistenti, Gallardo e Aventador, continueremo come parte della nostra strategia di prodotto con l'approccio di produzione senza compromessi e One-Off omologati ad uso stradale, quali la Lamborghini Veneno, presentata con successo in quest’ultima edizione del Salone di Ginevra come tributo al nostro 50° anniversario", ha concluso Winkelmann.

Un importante contributo alla crescita del marchio italiano è arrivato dalla nuova Aventador LP 700-4, che nel suo primo anno completo di vendita ha registrato 922 unità. La Gallardo, invece, ha confermato il successo ottenuto con una performance sostanzialmente stabile rispetto al 2011 (con 13.000 consegne dal lancio).

In Europa crescita del 34% rispetto al 2011

Guardando il risultato ottenuto da un punto di vista geografico, la distribuzione delle vendite è equamente bilanciata nelle tre regioni: Europa 29%, Americhe 28% (di cui Stati Uniti 25%) e Asia Pacifico 35% (di cui Cina 15%). Il Medio Oriente e il Sud Africa rappresenta il 8%.

Nonostante le difficoltà dei mercati globali specialmente nel segmento delle vetture supersportive, che non ha ancora recuperato i livelli del 2008, Lamborghini ha segnato una crescita in Europa pari al 34% rispetto al 2011, del 50% nelle Americhe (+53% negli Stati Uniti) e del 9% in Asia Pacifico.

Nel 2013, l'Aventador LP 700-4 Roadster, la più straordinaria scoperta di sempre, affiancherà la coupé. Le previsioni di prenotazioni per questo modello sono state superate e il portafoglio ordini per entrambi le versioni copre i prossimi 15 mesi.

Lamborghini: +30% di consegne nel 2012

L'opinione dei lettori