• pubblicato il 29-01-2016

Mazda2 SKYACTIV-D 1.5 Diesel Eco Race,

di Francesco Neri

Siamo stati al kartodromo di Rozzano per una gara, questa volta di consumi. Protagonista la Mazda2 con il nuovo motore 1.5 Diesel da 105 CV.

Il segmento B è uno dei più importanti (e remunerativi) per le Case automobilistiche, è un dato di fatto. Con la Mazda2, la casa di Hiroshima sembra aver trovato la ricetta giusta per poter competere con le must del segmento, anche di quello premium.

Appuntamento al kartodromo di Rozzano (MI) per una gara a chi consuma meno carburante, questo è il programma. La parola chiave è SKYACTIV-D: tecnologia (e filosofia) di Mazda nella costruzione di motori, telai e trasmissioni. La Casa è l’unica, di fatto, che non cede alla “moda” del downsizing, ma trova soluzioni alternative quali la compressione bassissima dei motori diesel (e alta per quelli a benzina) al fine ridurre consumi ed emissioni.

MOTORE 1.5 SKYACTIV-D

Durante l’evento abbiamo provato il nuovo motore 1.5 Diesel da 105 CV che va ad affiancarsi al 1.5 benzina aspirato da 75, 90 e 115 CV di potenza. Il propulsore, interamente costruito da Mazda, vanta soluzioni tecnologiche all’avanguardia per l’abbattimento delle emissioni, come un rapporto di compressione di 14,8:1 reso possibile dal largo impiego di materiali leggeri, pistoni ridisegnati e camere di combustione migliorate. Il 1.5, inoltre,  utilizza una turbina a geometria variabile di piccole dimensioni e una serie di accorgimenti che, nell’insieme, permettono di ridurre notevolmente le emissioni di NOX. La potenza del 1.5 SKYACTIV-D è di 105 Cv a 4.000 g/min, mentre la coppia è di 220 Nm in una fascia compresa tra i 1.400-3.200 g/min.

La nostra competizione al kartodromo non ci ha permesso di analizzare a fondo il propulsore (durante la gara non acceleravamo nemmeno), quindi rimanderemo il nostro giudizio alla prova su strada. Quel che è certo è che consuma poco. Durante la nostra prova, qualcuno è riuscito ad ottenere un consumo medio di 3,1 l/100 km, mentre la Casa dichiara un consumo di 3,4 l/100 km 89 g/km CO2 nel ciclo combinato.

Questo risultato è reso possibile anche dal peso ridotto dell’auto, che supera di poco 1000 kg. Un vantaggio anche in termini di prestazioni: la piccola di Casa Mazda scatta da 0 a 100 km/h in 10,1 secondi e raggiunge la velocità massima di 178 km/h.

Dotazione da segmento superiore

La Mazda2 si riconferma come una delle compatte del segmento B con la dotazione tecnologica più ricca. Nella lista troviamo: Head-Up Display, sistema di monitoraggio dell’angolo cieco, sistema di frenata automatica d’emergenza, fari abbaglianti automatici, il sistema di monitoraggio delle le linee che delimitano la corsia e il supporto per la retromarcia nei parcheggi che vi avvisa delle auto in arrivo.

L’abitacolo è uno dei punti forti di questa compatta. Assemblaggi e materiali sono di ottimo livello, da segmento premium, anche se abbiamo riscontrato qualche piccola pecca nelle cuciture della pelle dei sedili. A parte questo neo, la Mazda2 vanta degli interni molto ben curati e sicuramente molto vicini allo gusto stilistico di noi europei. Niente razionalità “japp”, ma una plancia ben rifinita con tanto di tachimetro centrale con un pizzico di sportività, tablet in stile Mercedes Classe A e, con il pacchetto opzionale leather (600 euro), pelle morbida a volontà.
Spazio a bordo buono, ma non ottimo; il bagagliaio infatti ha una capienza di 280 Litri, non uno dei migliori del segmento, ma c’è chi fa peggio.

Prezzo e allestimento

Il prezzo di listino della Mazda2 1.5 SKYACTIV-D da 105 CV è di 17.300 euro con allestimento EVOLVE, e di 19.950 euro con allestimento EXCEED. Quasi 20.000 euro non sono pochi, ma il prezzo è giustificato da un’equipaggiamento da prima della classe. L’allestimento EXCEED include una lista davvero lunga di optional, tra cui i fendinebbia anteriori, cerchi in lega da 15”, i vetri posteriori oscurati, il display centrale da 7” con navigatore satellitare integrato, due prese USB e lettore CD/Mp3. Sempre di serie anche i fari anteriori Full Led, climatizzatore automatico, i sensori luce/pioggia e di parcheggio posteriori.

TAG

Mazda2 SKYACTIV-D 1.5 Diesel Eco Race,

L'opinione dei lettori