• pubblicato il 06-05-2015

Mazda6 e CX-5 spiegate in 5 punti

Le caratteristiche principali dei due modelli di punta della gamma Mazda

Il pubblico italiano ed europeo ha già avuto modo di apprezzare i nuovi model year 2015 di Mazda6 e CX-5, che abbiamo recentemente provato.

E a tal proposito ci siamo chiesti quali sono i segreti del successo dei due modelli di punta della gamma Mazda. La risposta ve la diamo in cinque punti. 

1. Nuovo sguardo

La berlina Mazda6 e il SUV CX-5 hanno affinato le proprie doti estetiche attingendo dal design KODO. Entrambi i modelli mettono in mostra un nuovo frontale, fari full LED e fendinebbia LED e nuovi cerchi da 19’’.

Con quattro blocchi di LED per faro controllabili in modo indipendente il Sistema intelligente di controllo del fascio luminoso di cui sono dotate le vetture e che riprende la funzione di controllo abbaglianti (HBC), migliora ulteriormente visibilità notturna, ad esempio, spegnendo solo quei blocchi che possono disturbare la visione ai conducenti dei veicoli che provengono dall’altro senso.

2. Maggiore sicurezza

Altro aspetto caratteristico di Mazda6 e CX-5 è la sicurezza. Che cresce grazie ai dispositivi i-ACTIVSENSE: il sistema di monitoraggio posteriore del veicolo (RVM) è stato sostituito da un più raffinato monitoraggio dei punti ciechi (BSM - Blind Spot Monitoring) comprendendo adesso anche la funzione Rear Cross Traffic Alert (RCTA), che monitora la presenza di persone o veicoli sui lati durante le manovre in retromarcia.

Inoltre è stato migliorato il sistema di prevenzione dell’abbandono involontario della propria corsia – Lanekeep Assist System (LAS) – che sopra i 65 km/h avvisa il conducente di un cambio involontario di corsia ed è stato aggiunto il sistema di rilevazione di stanchezza del guidatore Il Driver Attention Alert (DAA).

3. Interni: cresce la qualità e la tecnologia

Mazda6 e CX-5 hanno affinato anche la qualità e l’ergonomia dei propri interni.

In entrambe le vetture è sparita la leva del freno di stazionamento, sostituita dal pulsante di un più moderno freno di stazionamento elettrico, sono stati migliorati la struttura dei sedili e i rivestimenti (sono presenti ora in opzione sellerie in pelle bianca di una tonalità più chiara dall’aspetto inconfondibilmente premium).

Non manca il sistema di infotainment con display da 7 pollici e l’Active Driving Display, che proietta in tempo reale i dati di marcia più importanti direttamente verso il parabrezza e nel campo visivo del conducente.

4. Trazione integrale intelligente AWD su Mazda6

Su Mazda6 2015 arriva l’esclusiva trazione integrale intelligente AWD mutuata da CX-5. Con l’impiego di 27 sensori che monitorano continuamente le condizioni della strada e le intenzioni del guidatore, il sistema indirizza la potenza alle ruote che ne hanno maggiore bisogno.

Il sistema in base all’aderenza disponibile reagisce di conseguenza, ripartendo la trazione in maniera ottimale ad esempio nelle partenze da fermo in salita su superficie innevata. 

5. Migliora il comfort a bordo

Infine Mazda6 e CX-5 hanno rivisto l’insonorizzazione dell’abitacolo, i flussi aerodinamici del sottoscocca ed adottato ammortizzatori posteriori dallo stelo maggiorato per migliorare tenuta di strada e al tempo stesso l’assorbimento delle asperità.

Invariato il resto della meccanica che – su entrambi i modelli - si caratterizza per l’adozione di motorizzazione benzina e diesel a iniezione diretta, tutti Euro6 e con le unità diesel da 2.2 litri quattro cilindri disponibili in due varianti di potenza (150 CV e 175 CV).

    

Mazda6 e CX-5 spiegate in 5 punti

L'opinione dei lettori