Mercedes AIRCRAFT
  • pubblicato il 16-05-2016

Guai per Mercedes sul brevetto AIRSCARF

di Junio Gulinelli

In Germania la corte federale sospende le vendite del sistema di riscaldamento delle cabriolet SLC, Classe C Cabrio, Classe E Cabrio, Classe S Cabrio e SL

Era ormai già da qualche anno che Daimler si vedeva coinvolta in una complicata disputa sui diritti di utilizzo della tecnologia AIRSCARF. Il brevetto originale del sistema che consente di viaggiare a cielo scoperto anche nella stagione invernale, è infatti reclamato da Ludwig Schatzinger, un tedesco che lo ha registrato nel 1996.

Ora, a pochi mesi della scadenza di questo brevetto (che sarà liberato a dicembre 2016) la Corte federale tedesca si è espressa nella maniera più drastica possibile condannando Mercedes a sospendere le vendite dei modelli dotati della tecnologia AIRSCARF e a pagare un indennizzo a Schatzinger.

Inoltre, come se non bastasse, il tribunale federale di Karlsruhe avrebbe imposto anche il blocco del sistema sulle vetture usate e su quelle non ancora consegnate ai clienti tedeschi.

Le auto coinvolte (in Germania)

Dalle prime stime sembrerebbe che questo impianto equipaggia ben due terzi delle cabriolet della Stella. Installato attualmente sulle Mercedes SLC, Classe C Cabrio, Classe E Cabrio, Classe S Cabrio e SL, L'AIRSCARF genera un flusso di aria calda all'altezza del collo dei passeggeri consentendo di guidare con la capote aperta anche nelle giornate fredde. 

Fonte: Automotive News Europe

Guai per Mercedes sul brevetto AIRSCARF

L'opinione dei lettori