• pubblicato il 13-03-2015

Opel Eye-tracking: i fari direzionati dallo sguardo...

di Junio Gulinelli

L'innovativo sistema potrebbe arrivare sulle auto di serie già entro i prossimi 18 mesi

Sembra trattarsi di una tecnologia quasi fantascientifica ma in realtà l'innovativo sistema Eye-tracking che Opel sta mettendo a punto dovrebbe arrivare sulle vetture di serie del Fulmine già entro i prossimi 18 mesi.

Si tratta di un innovativo sistema che renderà possibile controllare la direzionalità e l'intensità dei fari della vettura attraverso lo sguardo.

Protagonista di questa tecnologia sarà una telecamera puntata sul viso del guidatore, la quale, dotata di sensori periferici ad infrarossi e fotodiodi centrali che le permettono di scansionare gli occhi di chi guida più di 50 volte al secondo al tramonto e durante la guida notturna, tradurrà le informazioni in comandi per adattare le luci orizzontalmente e verticalmente.

Tradotto, questo vuol dire che l'auto illuminerà automaticamente quelle zone della carreggiata a cui il guidatore dedicherà maggiore attenzione con lo sguardo. Ma tutto in totale sicurezza.

Infatti, un sofisticato algoritmo di ritardo che assicura un movimento adeguatamente fluido del cono di luce impedirà che il sistema riconosca come validi tutti gli impercettibili movimenti oculari involontari, ma solo quelli realmente significativi.

Un altro vantaggio fondamentale – ha dichiarato Ingolf Schneider, Director Lighting Technology di Opel - è che l’eye-tracker non deve essere tarato individualmente per un guidatore specifico. Il sistema funziona perfettamente chiunque sia al volante, indipendentemente dalla corporatura.

Il sistema Eye-tracking di Opel andrà ad affiancare altre tecnologie d'illuminazione innovative già presenti nella gamma tedesca, come ilsistema AFL+ con fari bi-xenon e l'Opel Eye con dieci funzioni distinte.

TAG

Opel Eye-tracking: i fari direzionati dallo sguardo...

L'opinione dei lettori