• pubblicato il 06-11-2012

Peugeot regina di ottobre grazie alla nuova 208

Il marchio francese fa registrare un +7% nelle immatricolazioni

Le notizie relative al mercato delle auto fortunatamente non sono tutte negative.

Quello di ottobre si è rivelato infatti un mese d'oro per Peugeot ed in particolare per la 208, che dopo il lancio avvenuto in primavera, sta scalando le classifiche forte anche del riconoscimento Auto Europa attribuitole dall'Unione italiana giornalisti dell'automobile.

Peugeot fa registrare ad ottobre un +7% nelle immatricolazioni

Mentre il mercato totale italiano è calato del 12,4% nel decimo mese dell'anno, Peugeot, in netta controtendenza, ha incrementato le immatricolazioni delle sue autovetture di oltre il 7% rispetto all'analogo periodo 2011, conquistando una quota del 6,03% (quarto Marchio del mercato).

Se poi consideriamo anche i veicoli commerciali, la quota cumulata sale al 6,29%.

Un risultato che fa ben sperare in vista anche del prossimo anno, che stando agli ultimi dati ISTAT non dovrebbe essere migliore di quello in corso per quello che riguarda l'economia del paese.

Peugeot 208, seconda tra le diesel più vendute del mese

Un contribuito fondamentale lo ha dato in tal senso la nuova 208, con 3780 sulle 7053 unità complessive vendute, andando a podio sia tra le diesel sia tra le benzina. Tra le diesel più vendute del mese, 208 ha occupato il secondo posto; tra le benzina è terza, primo modello estero.

Quest'ultimo risultato è destinato a migliorare ancora nel mese di dicembre, quando il nuovo motore tre cilindri 1.2 sarà affiancato anche dal più piccolo 1.0, sempre tre cilindri.

Active è l'allestimento più richiesto

L'allestimento di 208 più richiesto in ottobre dal nostro mercato è stato quello medio-alto (Active), con il 60% delle preferenze, seguito da quello top (Allure), con il 32%.

Tra le motorizzazioni benzina, invece, netta prevalenza del 1200 cc (1704 immatricolazioni); nei diesel, primo posto per il 1.4 HDi FAP (1401 richieste).

Peugeot regina di ottobre grazie alla nuova 208

L'opinione dei lettori