• pubblicato il 20-02-2013

La Suzuki S-Cross sarà prodotta in Ungheria

Gli stabilimenti della Magyar Suzuki Corporation contano di sfornare inizialmente  6.000/7.000 unità mensili

La nuova Suzuki S-Cross, primo crossover del segmento C targato Hamamatzu che entrerà in produzione entro la seconda metà del 2013, verrà realizzato negli stabilimenti della Magyar Suzuki Corporation.

Previste inizialmente 6.000/7.000 unità mensili

La consociata ungherese seguirà la produzione del modello destinato principalmente al mercato europeo. Sono inizialmente previste 6.000/7.000 unità mensili destinate a soddisfare la domanda del mercato europeo.

Si tratta dunque di un volume che, nonostante la grave crisi economica, permetterà a Suzuki di consolidare la propria presenza sul vecchio continente e di garantire ulteriori benefici economici e occupazionali all'intero indotto.

La nascita del nuovo crossover presso lo stabilimento magiaro di Esztergom – dopo le diverse generazioni di Swift, Wagon R+, Ignis, Splash e Swift Sport – conferma la tendenza di consolidamento della presenza giapponese nel territorio ungherese, in atto da oltre 20 anni e il mantenimento della competitività del brand Suzuki sul mercato europeo.

Grazie alla partnership con il Governo Ungherese e alla fiducia nella ripresa delle vendite, l'Azienda, che chiude quest'anno con 155.000 unità prodotte, conta infatti sul ritorno ad una piena operatività puntando all'obbiettivo delle 200.000 unità l'anno.

La Suzuki S-Cross sarà prodotta in Ungheria

L'opinione dei lettori