• pubblicato il 03-09-2012

La Volvo V40 è l'auto più sicura, secondo EuroNCAP: protezione (quasi) al 100%

Un 98% di punteggio per la protezione per gli adulti. E anche i pedoni possono stare più tranquilli

Dell'attenzione alla sicurezza la Volvo ne ha sempre fatto un vanto, si sa. Possiamo dire che fa parte del suo DNA.

Gli estimatori del marchio lo sanno bene, e considerano questo valore uno dei più importanti per l'acquisto della propria auto.

Non deve stupire quindi che la casa abbia prontamente rilasciato un comunicato di fronte ai risultati dei crash test EuroNCAP per la sua nuova Volvo V40: un vero e proprio record, come sottolinea il marchio svedese, che incorona la compatta come l'auto più sicura mai testata finora dall'Ente.

"Un risultato fantastico. Siamo davvero orgogliosi di avere una delle auto più sicure del mondo, e stiamo prendendo altri provvedimenti ancora per arrivare al nostro obiettivo 2020: che nessuno possa morire o essere ferito gravemente all'interno di una Volvo".

Massima sicurezza per chi viaggia, tanta attenzione ai pedoni

A far ottenere alla nuova Volvo V40 le cinque stelle al crash test EuroNCAP è stato certamente l'ottimo risultato ottenuto dalla prova di protezione degli adulti che si trovano all'interno dell'auto, uno dei 4 test effettuati da EuroNCAP: una percentuale del 98%, il risultato più alto fra quelli ottenuti finora dalle auto testate.

Anche nella protezione dei pedoni, tuttavia, la nuova V40 ottiene ottimi risultati con un valore complessivo dell'88%. Merito anche del Pedestrian Airbag che abbiamo già avuto modo di conoscere, e che potete rivedere nel video qui a fianco. Bene anche il test relativo alla sicurezza assistita.

Se avete dei bambini, però, pensateci bene: il test relativo alla sicurezza dell'auto per i più piccoli è stato uno dei peggiori - o meglio: con minor punteggio - fra quelle della sua categoria.

Ma a questo, possiamo scommetterci, i tecnici di Volvo staranno già lavorando.

La Volvo V40 è l'auto più sicura, secondo EuroNCAP: protezione (quasi) al 100%

L'opinione dei lettori