Opel Movano S&S
  • pubblicato il 28-02-2013

Opel Movano: adesso è diventato più comodo, pratico e consuma meno carburante

di Antonio de Felice

Di serie Start&Stop, a richiesta sospensioni pneumatiche e omolopgazione M1

La Opel ha introdotto una serie di aggiornamenti sul Movano, il suo commerciale leggero con peso totale a terra fino a 3,5 tonnellate e che nasce dal progetto comune con Renault che commercializza il gemello Master e che ha generato il Nissan NV400.

Tanto per cominciare, è migliorata l'efficienza, grazie alla presenza di serie del sistema Start&Stop su tutte le versioni con motore 2.3 CDTI da 100 e 125 CV abbinate al cambio manuale. Con questo dispositivo, infatti, i consumi sono calati dell'8%.

Altri interventi riguardano l'incremento del 15% della capacità di traino. La massa rimorchiabile (frenata) del telaio con cabina sulle versioni a trazione posteriore, sia con ruote singole che gemellate, sale da 3 a 3,5 tonnellate.

Arrivano le sospensioni pneumatiche

Ulteriore novità per il Movano sono le sospensioni pneumatiche che da un lato migliorano il comfort di marcia e dall'altro agevolano l'accesso al vano di carico. Grazie a un apposito telecomando, possono sollevare il veicolo di 7 cm o abbassarlo di 20.

Per i clienti che hanno nelle spese di gestione la massima priorità, Opel propone ora la versione Combi semivetrata con omologazione M1 per il trasporto persone. In questo modo è possibile ridurre sia i costi assicurativi che fiscali e, in alternativa, è disponibile anche il Combi vetrato con la stessa classe di immatricolazione.

Opel Movano: adesso è diventato più comodo, pratico e consuma meno carburante

L'opinione dei lettori