• pubblicato il 05-02-2013

Renault: il Kangoo Express si è rifatto il trucco e offre anche la soluzione con 3 posti anteriori

di Antonio de Felice

La seconda serie eredita il recente family feeling della Casa ed è più "multimediale". Nuova identità per la versione solo elettrica

La Renault ha aggiornato la seconda generazione del Kangoo Express, lanciato nel 2008 e che ha già conquistato oltre 400.000 operatori professionali.

Le novità cominciano dal muso che adotta il recente family feeling della Casa francese caratterizzato dalla losanga più grande e ora in posizione verticale. Cambiano anche gli specchietti retrovisori, che diventano meno spigolosi, e i gruppi ottici posteriori.

Le evoluzioni stilistiche riguardano pure gli interni dove spicca il disegno della plancia che comunque conserva il generoso vano portaoggetti centrale.

Si è lavorato anche sul livello di qualità percepita migliorando diversi punti, come le finiture di saldatura, la graffatura dei battenti, l'applicazione del mastice sulla carrozzeria e le caratteristiche dell'insonorizzazione.

Tre posti anteriori

Alla già ampia gamma, che comprende tre lunghezze, motori termici ed elettrici, il Kangoo Express offre oggi una configurazione supplementare che prevede tre posti anteriori e il comfort per i passeggeri è stato comunque garantito con una serie di accorgimenti nella cabina.

È stata anche conservata la possibilità di ripiegare gli schienali del sedili per sfruttare al massimo la lunghezza del vano di carico.

Grande cura è stata anche posta ai livelli di allestimento, soprattutto sul fronte della connettività. Il nuovo Kangoo Express, infatti, può adottare il sistema multimediale R-Link che include il navigatore TomTom LIVE ora più ricco di funzionalità, tra le quali l'indicazione delle zone pericolose o la possibilità di leggere le mail in arrivo.

Motori puliti e poco assetati

Resta ampia la gamma di propulsori a bassissime emissioni disponibili per il nuovo Kangoo Express e tra questi ci sono anche gli Energy dCi da 75 e 90 CV oltre al TCe da 115 CV, tutti leader di segmento nei consumi. Che adottano anche il dispositivo Start&Stop e il sistema di recupero energia in frenata. Il commerciale leggero francese appena ristilizzato adotta anche l'ultima generazione di ESP con l'Hill Star Assist per migliorare le partenze in salita e con l'Extended Grip per incrementare la motricità su fondi difficili.

Kangoo Z.E., una sua identità

Con il restyling del Kangoo Express, anche la versione elettrica Kangoo Z.E. è stata aggiornata. Non solo adotta il nuovo frontale, ma per sottolineare la destinazione "ecologica" adotta una tonalità azzurra per la losanga, per le modanature della calandra e per i prolungamenti dei gruppi ottici posteriori, oltra all'aggiunta di cornici nere per i proiettori.

La presa elettrica, inoltre, non è più laterale ma si trova sotto la losanga sul frontale e grazie al cavo in dotazione al veicolo, l'utente può effettuare l'operazione di ricarica in un tempo compreso fra le 6 e le 9 ore in base alla tensione e alla corrente erogate dalla colonnina.

Altra novità riguarda il dispositivo sonoro di allerta montato su tutti i Kangoo Z.E. che funziona a velocità comprese fra 1 e 30 km/h e avvisa i pedoni dell'eventuale arrivo del veicolo. E con il Pack Servizi My Z.E. inter@active, il conducente puà anche programma a distanza, via PC o smartphone, la ricarica per utilizzare tariffe a costo più basso.

Renault: il Kangoo Express si è rifatto il trucco e offre anche la soluzione con 3 posti anteriori

L'opinione dei lettori