• pubblicato il 06-03-2013

Volkswagen E-coMotion: a Ginevra i tedeschi hanno presentato il furgone leggero elettrico del futuro

di Antonio de Felice

Poco più grande del Caddy Maxi, questo prototipo è studiato per la mobilità urbana

Al Salone di Ginevra la Volkswagen Veicoli Commerciali ha presentato E-coMotion, lo studio di un furgone leggero a trazione elettrica per la distibuzione in ambito urbano evoluzione dell'eT! esposto a fine 2012 al Salone di Hannover.

Lungo 4,55 metri. largo 1,90 e alto 1,96, l'E-coMotion offre un volume di carico di 4,6 metri cubi e una portata massima di 800 kg. Solo a titolo di confronto, Il Caddy Maxi è più lungo di 33 cm e offre spazio per 4,2 metri cubi.

Un risultato così soddisfacente è stato raggiunto creando una zona inferiore della scocca dove sono alloggiate le batterie di trazione, il motore elettrico che lavora sulle ruote posteriori e il cambio epicicloidale.Questa soluzione, inoltre, consente si sfruttare al meglio il pianale per infinite personalizzazioni: cabinato, cassone ribaltabile, isotermico, ecc.

Questo schema, fra l'altro, ha permesso di offrire una manovrabilità molto elevata con un diametro di sterzata di soli 8,9 metri (il Caddy Maxi si ferma a 12,2 metri).

Tre soluzioni per le batterie, in funzione delle esigenze

Le batterie di trazione dell'E-coMotion, che per la loro particolare struttura svolgono anche una funzione portante, sono state concepite in tre soluzioni per soddisfare le esigenze della clientela. 20kWh per un autonomia di 100 km, 30 kWh per toccare i 150 o 40 kWh per arrivare a 200 km.

Il motore ha una potenza nominale di 68 CV e di 115 di picco con una coppia massima di 270 Nm. Nonostante l'uso prevalentemente cittadino, l'E-coMotion raggiunge una velocità massima di 120 km/h e può tranquillamente affrontare le strade interrurbane.

Climatizzazione evoluta

Il prototipo E-coMotion si ispira anche negli interni alla massima funzionalità. la plancia ha un disegno semplice, tutti i comandi sono immediatamente riconoscibili e raggiungibili.

Al posto della tradizionale leva verticale, il cambio ha un pratico comando rotante sulla console centrale mentre la leva del freno a mano è stata con un sistema elettrico automatico.

Sull'E-coMotion non mancano alcune soluzioni avanzate, come sul fronte della climatizzazione che richiede sempre molta energia. Il furgone, infatti, precondizionato già presso le stazioni di ricarica delle batterie e tramite una pompa di calore si può prelevare il calore residuo del motore e quello dell'abitacolo e portarlo nel circuirto di riscaldamento.

Per alcune zone specifiche, come ad esempio quella della pedaliera, si ricorre a un sistema a raggi infrarossi che permette di concentrare l'emissione di calore solo in alcuni punti dove risulterebbe poco pratico installare le condotte e le bocchette di aerazione tradizionali.

Per il momento, l'E-coMotion presentato a Ginevra è destinato a restare solo un prototipo, ma servirà sicuramente da base di sviluppo per altri veicoli che sfrutteranno la trazione elettrica.

Volkswagen E-coMotion: a Ginevra i tedeschi hanno presentato il furgone leggero elettrico del futuro

L'opinione dei lettori