Eco

Progetto EVA+: Enel e Aeroporto di Genova inaugurano la nuova colonnina di ricarica veloce

Il progetto di mobilità elettrica, coordinato da Enel, a cui partecipano Verbund, Renault, Nissan, BMW e Volkswagen Group Italia e co-finanziato dalla Commissione Europea

EVA+: Enel, Verbund, Renault, Nissan, BMW e Volkswagen Group Ita
Credits: EVA+: Enel, Verbund, Renault, Nissan, BMW e Volkswagen Group Italia insieme per la mobilità del futuro in Italia e Austria

All’Aeroporto di Genova è stata inaugurata la stazione di ricarica veloce Fast Recharge del progetto EVA+ installata da Enel presso il Parcheggio Quick PARKING. L’infrastruttura è tra le 180 colonnine che saranno posizionate sulle strade a lunga percorrenza nell’ambito del progetto EVA+ – Electric Vehicles Arteries. All’evento hanno partecipato Francesco Venturini, Direttore della Divisione Globale Enel X, Paolo Odone, Presidente di Aeroporto di Genova S.p.A., Giancarlo Vinacci, Assessore alle Attività Produttive del Comune di Genova e Presidente Associazione Smart City, Giovanni Mondini, Presidente di Confindustria Genova e Edoardo Rixi, Assessore Regionale allo Sviluppo Economico.

L’impegno di Enel per fornire al Paese un contributo decisivo all’evoluzione di un sistema di mobilità sostenibile si incontra con i progetti e le attività messi in campo da Aeroporto di Genova, con l’obiettivo comune di apportare innumerevoli vantaggi all’ambiente, al sistema economico, alle imprese e ai cittadini del territorio. “Oggi a Genova abbiamo segnato un ulteriore passo avanti verso la realizzazione di un’infrastruttura di ricarica moderna e capillare per il Paese – ha commentato Francesco Venturini, Direttore della Divisione Globale Enel X – Proseguiamo quindi con il nostro programma che renderà la mobilità elettrica in Italia sempre più accessibile e fruibile anche sulle lunghe percorrenze. Le colonnine installate nell’ambito del progetto EVA+, tra cui questa che inauguriamo oggi con Aeroporto di Genova, permettono infatti di ricaricare l’auto elettrica anche nelle aree extraurbane e in tempi rapidi, in modo da consentire l’utilizzo del veicolo elettrico non solo in città ma anche per tratte più lunghe come quella Genova-Milano”.

l programma, co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito di “Connecting Europe Facility”, vede la collaborazione di Enel, in qualità di coordinatore, e Verbund (principale utility austriaca) insieme ad alcuni tra i principali costruttori automobilistici di veicoli elettrici a livello mondiale come Renault, Nissan, BMW e Volkswagen Group Italia (rappresentata dalle marche Volkswagen e Audi). I punti di ricarica si trovano principalmente in aree adiacenti agli accessi autostradali per consentirne l’uso anche a coloro che utilizzano veicoli elettrici per spostamenti extraurbani con soste compatibili con il tempo di ricarica, in luoghi come ad esempio i principali aeroporti.