• pubblicato il 13-07-2012

Rupert Stadler, AD Audi: «Ducati resterà Ducati»

Mancano solo gli ultimi dettagli e l'acquisizione sarà cosa fatta

Nelle ultime ore Ducati ed AUDI hanno concluso positivamente la parte burocratica e legale relativa alla verifica delle commissioni antitrust. Ancora pochi dettagli e l'acquisizione della Casa di Borgo Panigale da parte del marchio tedesco sarà cosa fatta.

L'AD di AUDI a Borgo Panigale

Mr. Rupert Stadler, Amministratore Delegato AUDI AG, e Mr.Thomas Sigi, Responsabile Risorse Umane AUDI AG, hanno visitato lo stabilimento di Borgo Panigale, ricevuti da Gabriele Del Torchio, Presidente e Amministrazione Delegato Ducati, e da tutto il management.

Subito dopo l’incontro con lo staff dirigenziale, e con le RSU e le Organizzazioni Sindacali Territoriali, Mr. Stadler ha voluto parlare direttamente a tutti i dipendenti Ducati, rivolgendosi ad un'emozionata e calorosa platea di circa mille persone con un discorso che ha riscosso consensi e applausi, confermando l’interesse e l’impegno AUDI verso questo storico ed iconico marchio del motociclismo.

Rupert Stadler: «Audi e Ducati sono mossi dalla stessa passione, ci completeremo a vicenda»

«Come in una storia d’amore, anche fra due società, chi ben inizia è a metà dell’opera – ha dichiarato Rupert Stadler, AD di AUDI rivolgendosi a tutti i dipendenti Ducati –. Vi sarete domandati come mai AUDI, una società automobilistica, apparentemente senza nulla in comune con un’azienda come la vostra, si sia interessata a Ducati.

In realtà perché Ducati è sinonimo di passione, precisione, performance e piacere di guida, e siamo rimasti colpiti dai risultati e dalla popolarità che avete raggiunto. Siamo consapevoli di parlare ad un gruppo eccezionale di persone, siete un team straordinario e senza di voi Ducati non sarebbe la società che è oggi.

Audi e Ducati sono mossi dalla stessa passione, ci completeremo a vicenda. Una cosa importante, alla quale personalmente tengo molto, è che possiamo ispirarci gli uni con gli altri grazie ad interessi e affinità comuni, come progettare e produrre motori altamente performanti, fare veicoli sempre più leggeri e condividere le competenze e le conoscenze di due grandi marchi, indiscussi protagonisti di uno scenario sempre più globale.

Entrambe le società,  con una storia piena di momenti positivi e negativi, possono adesso beneficiare del fatto di fare parte di una grande famiglia: il Gruppo Volkswagen. Sono particolarmente felice ed orgoglioso di comunicarvi ufficialmente che le autorità antitrust hanno dato il loro nulla osta e Ducati, entro una settimana, farà  parte della grande famiglia AUDI. Naturalmente, e su questo avete la mia personale garanzia – ha concluso Mr.Stadler –, Ducati rimarrà Ducati»

Rupert Stadler, AD Audi: «Ducati resterà Ducati»

L'opinione dei lettori