News

FCA: l’unione Fiat Chrysler diventa globale

Sede legale nei Paesi Bassi e residenza fiscale nel Regno Unito per il settimo gruppo automobilistico mondiale

di Marco Coletto -
FCA

Si chiama FCA (Fiat Chrysler Automobiles) la nuova società nata dopo la fusione tra la Casa torinese e il brand statunitense. Avrà sede nei Paesi Bassi (in modo da consentire a chi detiene il maggior numero di azioni – la famiglia Agnelli – di avere più potere pur senza avere la maggioranza assoluta) mentre la residenza fiscale sarà nel Regno Unito, nazione che garantisce una tassazione vantaggiosa sui dividendi.

Il settimo gruppo automobilistico mondiale sarà quotato in Borsa a New York e a Milano entro la fine dell’anno (si parla di ottobre) mentre per maggio è previsto il nuovo piano strategico nel quale saranno indicati i modelli che verranno prodotti in Italia.

In occasione della nascita di FCA (Fiat Chrysler Automobiles) è stato anche svelato il logo (non particolarmente originale, a dire il vero). Secondo il comunicato stampa emesso dalla nuova società «le tre lettere vivono all’interno di una raffigurazione geometrica ispirata alle forme essenziali della progettazione automobilistica: la F, generata dal quadrato simbolo di concretezza e solidità; la C, che nasce dal cerchio, archetipo della ruota e rappresentazione del movimento, dell’armonia e della continuità; è infine la A, derivata dal triangolo, che indica energia e perenne tensione evolutiva».

Auto Story

La storia delle multispazio Fiat

Versatilità all'italiana

Fiat e Chrysler

Fiat Panda, la storia della citycar torinese

Fiat Punto, la storia della piccola torinese

Fiat 500, la storia

Dalla New Yorker alla 300 C, la storia delle ammiraglie Chrysler

Chrysler Sebring, la storia della berlina americana