News

Ferrari FXX K: le cose da sapere

Sette curiosità che rendono unica e speciale la nuovissima hyper-car di Maranello

di Junio Gulinelli -

Delle novità di questo 2014 la Ferrari FXX K è stata, senz’altro, una delle più spettacolari ed emozionanti. Probabilmente possiamo estendere questo riconoscimento ad un arco di tempo più ampio… una delle “chicche” più emozionanti degli ultimi anni.

La prima “fanta car” del progetto XX di Ferrari fu, dieci anni fa, la spettacolare FXX (di cui ne furono prodotti 30 esemplari, uno destinato a Michael Schumacher ) sviluppata a partire dalla Ferrari Enzo.

Dopo di lei arrivò la 599XX, una 599 GTB Fiorano ideata solo per l’uso in pista che serviva a mettere alla prova le ultimissime tecnologie della marca.

Ora, una decade dopo, arriva la terza “sorella” della famiglia XX, la radicale Ferrari FXX K. Ci sono diversi motivi per cui si tratta un’auto unica e molto speciale, alcuni dei quali, forse, non tutti conoscono:

7 cose da sapere sulla Ferrai FXX K

1- La Casa di Maranello considera la FXX K una gamma a se stante, non una derivata de LaFerrari (l’aerodinamica nuova apporta profonde modifiche all’estetica, il motore V12 è stato pesantemente modificato così come l’impianto di scarico, il sistema KERS evoluto)

2 – Con i suoi 1.050 CV, 860 CV erogati dal V12 atmosferico e 190 CV del motore elettrico, è la Ferrari più potente e veloce mai prodotta dalla Casa di Modena.

3 – Rispetto a LaFerrari, fino ad ora la “rossa” più veloce di sempre, la FXX K è risultata più veloce di 5 secondi sul giro della pista di Fiorano con il tempo di 1 minuti e 14 secondi.

4 – Ogni unità della Ferrari FXX K (40 in totale prodotte) costa 2,5 ml di euro e sono già state tutte vendute. Nel prezzo sono compresi due anni di assistenza professionale durante gli eventi in pista che rientrano nel programma.

5 – Chi acquista la Ferrari FXX K non si porta a casa la vettura. Al “mostro di Maranello”, infatti la strada è vietata e la supercar rimane in custodia di Ferrari che la porta agli eventi organizzati dove il cliente può guidarla.

6 – Chi volesse entrare nel progetto XX di Ferrari, prima dovrebbe acquistare una FXX o una 599XX usata.

6 – Un manettino a 4 posizioni consente di scegliere la modalità di guida:Qualify, per ottenere la massima prestazione entro un numero limitato di giri; Long Run per ottimizzare la costanza della performance; Manual Boost per l’erogazione istantanea della massima coppia; Fast Charge, per attivare la ricarica rapida della batteria”.

7 – La “K” dopo la sigla FXX sta a richiamare il sistema KERS che sulla FXX K è stato evoluto rispetto a quello montato su La Ferrari.

Anteprime

Ferrari FXX K: foto e info della vettura-laboratorio di Maranello

Non omologata per l'uso su strada né per le competizioni, con il V12 potenziato e il sistema KERS evoluto

Auto Story

La storia delle supercar Ferrari

I 50 anni di evoluzione dei modelli più "cattivi" del Cavallino

Auto Story

Ferrari, la storia

Quasi 70 anni di vita per il marchio simbolo del "made in Italy"

Ti potrebbe interessare anche

F1: Stefano Domenicali lascia la Ferrari

Fernando Alonso prova LaFerrari

LaFerrari testata a Fiorano

La Ferrari LaFerrari by DMC

Ferrari LaFerrari: il video di lancio

Ferrari LaFerrari, Lamborghini Veneno, McLaren P1: le supercar a Ginevra 2013