News

Renault: 15.000 auto a richiamo

La ministra dell'Ambiente francese spiega cosa succede in Casa Renault

di Junio Gulinelli -

In seguito alla convocatoria di ieri delle autorità francesi al ministero dell’ambiente, la ministra Segolene Royal, ha dichiarato che Renault chiamerà a revisione 15.000 auto ancor prima della commercializzazione, al fine di verificarne e regolarne la meccanica in caso che i valori oltrepassino i limiti legali di contaminazione.

A partire da Luglio prossimo, inoltre, il marchio della Losanga potrebbe offrire a circa 700mila proprietari di auto già in circolazione la possibilità di una messa a norma delle tecnologie anti emissioni. Così come era stato annunciato qualche giorno fa, Renault aveva negato qualsiasi irregolarità o “trucco” chiarendo in maniera abbastanza diretta di non aver utilizzato nessun software  illegale come nel caso dello scandalo Wolkswagen, riconoscendo comunque il coinvolgimento in indagini giudiziarie.

La ministra Royal ha dichiarato durante un’intervista alla radio RTL che Renault non ha commesso alcuna frode e che il marchio farà tutto il possibile per rispettare la legge. Ha inoltre anticipato che la Casa transalpina dovrà comunque effettuare delle modifiche alle sue auto  ma che queste si centreranno sul sistema di filtraggio dei gas inquinanti che sembrerebbe non funzionare alle temperature più rigide: molto alte o sotto i -17 gradi.

News

Inchiesta Renault: la Casa francese smentisce un nuovo Dieselgate

Il polverone alzato dai media fa crollare il titolo Renault che perde il 20% alla borsa di Parigi

Ti potrebbe interessare anche

Volkswagen e il dieselgate: come risolveranno il problema

Dieselgate: la California respinge il piano di Volkswagen