News

Toyota e Ford insieme per mettere fine all’uso dello smartphone durante la guida

L’organizzazione no profit per lo sviluppo di una piattaforma software che consente di controllare le proprie app mentre si è al volante in completa sicurezza

L’uso dello smartphone durante la guida è una pratica purtroppo diffusissima. Non bastano leggi, sanzioni e campagne di sensibilizzazione per indurci a riporre il nostro smartphone in un cassettino e prenderlo solo quando si è arrivati a destinazione.

Siamo ossessionati da lui e per questo diventiamo un pericolo per noi stessi e per chi ci sta attorno. A tal proposito, Ford Motor Company e Toyota Motor Company hanno costituito lo SmartDeviceLink Consortium: un’organizzazione no-profit per lo sviluppo e la gestione di una piattaforma software open source che si pone l’obiettivo di dare ai consumatori l’opportunità di accedere e controllare le applicazioni dei propri smartphone nei momenti trascorsi al volante.

Mazda Motor Corporation, il Gruppo PSA, Fuji Heavy Industries Ltd. (FHI) e Suzuki Motor Corporation sono stati i primi costruttori d’automobili ad aderire al consorzio, mentre Elektrobit, Luxoft, e Xevo i primi fornitori a divenirne parte. Inoltre, Harman, Panasonic, Pioneer e QNX hanno firmato lettere di intenti per l’adesione. 

Comandi vocali e touchscreen dell’auto

SmartDeviceLink fornirà ai consumatori un facile accesso alle applicazioni del proprio smartphone utilizzando, in modo integrato, i comandi vocali e il touchscreen dell’auto. Adottando una piattaforma open source sarà possibile per le case automobilistiche e i fornitori utilizzare uno standard uniforme di riferimento per l’integrazione delle app.

Gli sviluppatori ne potranno trarre un notevole vantaggio perché potranno concentrarsi maggiormente sulla creazione di una migliore experience per i clienti, integrando una soluzione unica di connessione per l’utilizzo dell’applicazione da parte di tutti i costruttori d’automobili partecipanti.

“Al centro della decisione di Ford di creare SmartDeviceLink vi è la scelta di incoraggiare il percorso dell’innovazione tecnologica, e questo consorzio rappresenta un importante passo verso questo obiettivo”, ha commentato Doug VanDagens, Global Director, Ford Connected Vehicle and Services, e membro del Consiglio del Consorzio. “I consumatori saranno posti al centro, beneficiando di ulteriori app innovative, nate da una maggiore collaborazione tra le aziende e dall’impegno degli sviluppatori”.

Grazie a questo nuovo livello di integrazione, gli automobilisti potranno utilizzare le loro applicazioni preferite durante la guida in modo più semplice e comodo. Dal La tecnologia SmartDeviceLink si basa sul contributo di Ford reso attraverso il software AppLink™ per la comunità open source rilasciato nel 2013. Il Ford AppLink è attualmente disponibile su oltre 5 milioni di veicoli a livello globale.

News

Promozioni auto gennaio 2017: le occasioni del mese

SuperRottamazione per Fiat Panda e Lancia Ypsilon e 10 anni di garanzia per la Nissan Qashqai

News

Le 10 SUV/Crossover a trazione anteriore più vendute del 2016

La classifica delle più amate dagli italiani e i relativi dati: prezzi, dimensioni e bagagliaio

News

Immatricolazioni auto 2016: tutti i dati e le classifiche

Un anno eccezionale per le vendite (+ 15,82% rispetto al 2015): la Fiat Panda è sempre la più amata dagli italiani

Ti potrebbe interessare anche

McLaren: la monoscocca delle prossime Super Series

Kia Picanto 2017: prime fotografie ufficiali

Le 10 novità auto più attese del 2017

Ford: entro il 2021 la prima autonoma

Nissan: un’ibrida plug-in con cuore Mitsubishi all’orizzonte?