News

Volkswagen investirà 9 miliardi di euro per le elettriche

Matthias Müller svela gli investimenti per il futuro. 10 miliardi anche per lo sviluppo dei diesel e benzina

di Junio Gulinelli -

Volkswagen investirà 9 miliardi di euro nei prossimi 5 anni per lo sviluppo di tecnologie alternative, come l’elettromobilità. Ma il gruppo di Wolfsburg non sembra per nulla intenzionato a mettere da parte i tradizionali sistemi di propulsione: fino al 2022 sono infatti in programma altri 10 miliardi di investimenti per lo sviluppo dei motori a combustione interna, sia benzina che diesel. Ad annunciarlo è stato il numero uno del Gruppo, Matthias Müller, durante la riunione annuale ad Hannover (Germania).

Obiettivo: leadership nel mercato delle elettriche

Il futuro, ha detto, è comunque elettrico e l’obiettivo di Volkswagen è diventare il leader mondiale della mobilità a zero emissioni entro il 2025, anche se, parallelamente, l’impegno è quello di rendere sempre più efficienti anche i motori di oggi.

Negli ultimi 5 anni Volkswagen ha investito 3 miliardi di euro in tecnologie alternative e i nuovi investimenti previsti serviranno a lanciare sul mercato dieci nuovi modelli elettrici entro il 2018. “Per il 2025 aggiungeremo 30 veicoli elettrificati alla nostra gamma. Intanto speriamo in un incremento annuale dei volumi. Il nostro obbiettivo è che il Gruppo Volkswagen assuma gradualmente la posizione di leader del mercato delle elettriche”, ha aggiunto Müller.

Inoltre è stato ricordato che VW ha avviato un Centro di Eccellenza in Germania che concentrerà l’esperienza del marchio per quanto riguarda le batterie ma punterà anche a stringere nuove alleanze in questo campo, sia in Europa che in Cina. “Stiamo trasformando Volkswagen in un fornitore globale di mobilità. Volkswagen ha bisogno di trasformarsi perché la nostra industria subirà cambi fondamentali nella prossima decade”.

Diesel, altro che pensione…

E i Diesel? Altro che pensione… insieme ai motori a benzina, secondo Müller, rappresenteranno parte della soluzione e non del problema. Per questo sono pronti 10 miliardi di investimenti da spalmare fino al 2022. “Entro il 2020 renderemo i nostri motori a combustione interna più efficienti del 15%”, ha precisato.

E rispetto all’altro grande pilastro su cui si reggerà la mobilità del futuro, la guida autonoma, il CEO di Volkswagen ha previsto che nel 2035 si venderanno 12 milioni di auto autonome. Al momento il prototipo Sedric rappresenta lo stato dell’arte della guida autonoma all’interno del Gruppo tedesco e vanta un livello 5 di autonomia.

Se il nostro piano avrà successo, il nostro marchio avrò un buon futuro. Questo significa che Volkswagen continuerà ad essere uno dei principali costruttori automobilistici e il leader mondiale delle elettriche”, ha poi concluso Matthias Müller.

Ginevra 2017: le foto dagli stand

Guida Autonoma: il punto da Ginevra

Il leitmotiv della kermesse elvetica di quest'anno sono le auto che guidano da sole. Il 2025 sarà l'anno della svolta per la guida autonoma

News

Volkswagen: i 5 pilastri del piano Transform 2025+

Dall'enorme offensiva elettrica, all'inedita piattaforma per la connettività digitale, passando per lo sviluppo di servizi legati alla mobilità. Ecco come Wolfsburg punta a riprendersi il posto di leader nella mobilità del futuro