• pubblicato il 27-02-2012

Audi S4, la variante più sportiva della berlina di Ingolstadt

di Marco Coletto

Un nuovo servosterzo che consente di ridurre i consumi.

VALUTAZIONE
/5

Generalmente una vettura può dirsi riuscita quando non ha bisogno di restyling pesanti per proseguire la propria carriera. In base a questa regola non scritta del mondo dell’auto si può quindi affermare che l’Audi S4 è uno dei migliori prodotti mai realizzati dalla Casa di Ingolstadt.

I cambiamenti effettuati in occasione del recente “lifting” infatti sono stati pochissimi, meno di quelli che ha dovuto subire la A4 “normale”: oltre alle leggere modifiche estetiche per fari, paraurti, prese d’aria e le tinte disponibili per la carrozzeria si registra la sparizione dal listino del cambio manuale (poco richiesto dai clienti, che hanno preferito optare per la rapida ed efficace trasmissione automatica S tronic a doppia frizione).

Ma la vera novità riguarda il servosterzo elettromeccanico che rimpiazza quello idraulico. Una soluzione che non migliora il piacere di guida (il comando conserva un’impostazione un po’ troppo turistica) ma contribuisce a ridurre i consumi –12,3 km con un litro contro i 10,6 della serie precedente – visto che non spreca energia in rettilineo.

Il propulsore, per fortuna, è rimasto invariato: il 3.0 V6 TFSI (sovralimentato a iniezione diretta di benzina) da 333 CV e 440 Nm di coppia, una delle migliori unità a ciclo Otto prodotta negli ultimi anni, spinge forte a qualsiasi regime.

Fino a 3.000 giri convince per l’elasticità, oltre quella soglia sorprende per il brio che sa offrire e diventa brutale una volta superata quota 5.000. Il sound non è particolarmente aggressivo (ottimo per chi ha a cuore l’understatement) e la presenza del compressore volumetrico è avvertibile solo se si tiene l’autoradio a un volume medio-basso. Una supercar ordinaria (come abbiamo potuto notare già su EVO 089) che sotto una carrozzeria non molto diversa da quella utilizzata dalla berlina “premium” più amata nel nostro Paese nasconde prestazioni identiche a quelle di una Porsche 997 Carrera 4 (5 secondi per lo 0/100 km/h) e un impianto frenante che raramente va in crisi.

Il tutto a un prezzo un po’ alto per una berlina “pepata ma non troppo” (per i più esigenti la RS4 dovrebbe arrivare tra il 2012 e il 2013): 58.400 euro, 1.600 in più se volete la più versatile station wagon Avant. La dotazione di serie, come da tradizione Audi, non è molto completa: si pagano accessori fondamentali come il navigatore e i sensori di parcheggio.

SCHEDA TECNICA
  • Motore
    V6, 2.995 cc
  • CO2
    190 g/km
  • Potenza
    333 CV @ 5.500 giri
  • Coppia
    440 Nm
  • 0-100 km/h
    5,0 sec
  • Velocità
    250 km/h
  • Prezzo
    € 58.400
  • In vendita
    adesso
Audi S4, la variante più sportiva della berlina di Ingolstadt

L'opinione dei lettori