• pubblicato il 02-09-2016

Auto Sportive usate - Lotus Evora

di Francesco Neri

La coupé inglese è l’anti-Cayman per eccellenza e sul mercato dell’usato oggi si trova anche a meno di 40.000 euro

Se mai una Porsche Cayman non dovesse essere abbastanza esclusiva e “pura” per voi, la Lotus Evora potrebbe fare al caso vostro. La coupé 2+2 (disponibile anche in configurazione 2+0) della Casa di Hethel è nata proprio con l’intento di infastidire la rivale tedesca, anche se non dal punto di vista delle vendite, ma per quanto riguarda l’handling e il piacere di guida. E chi meglio degli ingegneri Lotus conosce il piacere di guida?

Pur non essendo leggera come un’Elise, la Lotus Evora ne mantiene il DNA: motore centrale, trazione posteriore, cambio manuale (successivamente è stata resa disponibile anche con l’automatico) e linea esotica. I 1350 Kg sull’ago della bilancia tuttavia la rendono un’auto più “normale” delle sorelle pistaiole di casa, anche se non si può certamente dire che sia un’auto pesante.
Nel 2009, anno del suo debutto, la Evora costava circa quasi 90.000 euro e tutt’ora in listino parte da questa cifra. Gli annunci dell’usato, però, mostrano offerte interessanti di esemplari sotto la soglia dei 30.000 km a meno di 40.000 euro.

LOTUS EVORA

La Lotus Evora monta un motore 3,5 litri V6 di derivazione Toyota: la prima versione eroga 280 CV a 6.400 giri e 340 Nm di coppia, mentre la versione S, in commercio dal 2010, produce 350 Cv e 400 Nm grazie all’ausilio di un compressore volumetrico.
La Evora è anche la prima Lotus a montare un servosterzo elettrico, dettaglio che ha suscitato qualche perplessità ai puristi affezionati al brand inglese. Al suo lancio, però, la stampa specializzata elogiò così tanto il lavoro fatto sullo sterzo e sull’equilibrio dell’auto, che anche i più scettici si sono ricreduti.

La Evora tuttavia non vuole essere un’auto estrema, ma un coupé utilizzabile tutti i giorni che, allo stesso tempo, non vuole perdere il feeling da auto da corsa. Gli interni infatti sono piuttosto curati: c’è uno schermo touch, rivestimenti in pelle, sedili (abbastanza) imbottiti, e tutti quei comfort da auto “normale” come il cruise control, il Bluetooth e il park distance control. Questo però non ha impedito agli ingegneri di costruire un telaio in estrusi di alluminio dalla rigidità torsionale doppia rispetto a quella della Elise.
Anche l’impianto frenante con dischi anteriori da 350 mm e posteriori da 332 mm al posteriore è molto aggressivo, e la Evora scatta da 0 a 100 km/h in 5,1 secondi (4,8 nella versione S) e raggiunge rispettivamente i 217 e 229 km/h di velocità massima.

Oggi si trovano esemplari con pochissimi km al prezzo di una Volkswagen Golf R, tra l’atro tutti piuttosto recenti. La qualità costruttiva non è la stessa di Porsche Cayman, ma in quanto a piacere di guida ed esclusività, l’Inghilterra batte la Germania di una lunghezza.

Auto Sportive usate - Lotus Evora

L'opinione dei lettori