• pubblicato il 23-01-2012

Suzuki Swift Sport, più CV e dotazione ricca

di Andrea Rapelli

Sarà capace di divertire come la vecchia?

VALUTAZIONE
4/5

Forse i lettori più affezionati si ricorderanno di quel lontano ECOTY di 4 anni fa, quando una piccola Suzuki rossa è stata capace di tener testa a una Porsche Cayman. Con quel suo telaio giocherellone, incline alla scodata in rilascio, aveva stupito tutti.

Oggi le cose sono un po’ cambiate. Alla Suzuki dichiarano ufficialmente di aver ascoltato le esigenze della clientela che chiedeva a gran voce una sesta marcia per i tragitti autostradali. In effetti, adesso a 130 km/h si può conversare senza preoccuparsi della lancetta del contagiri, fissa intorno a quota 3.400.

Tuttavia, oltre a questo, l’impressione è che i tecnici si siano concentrati soprattutto sulla parola sfruttabilità. Fin dai primi km, gli indizi che piano piano emergono raccontano di un’auto non votata esclusivamente alla guida: l’abitacolo è ben isolato da motore, ruote e aria e le sospensioni non vi faranno saltare le otturazioni alla prima buca “seria”.

Così, nel traffico dell’ora di punta avrete tutto il tempo per gustarvi la dotazione da berlina di lusso.

Oltre a clima automatico, radio con presa USB e vivavoce Bluetooth, sono compresi nel prezzo pure il cruise control e i fari allo xeno.

Vi farà più piacere sapere che l’1.6 litri è stato rinvigorito con 11 CV aggiuntivi ma, allo stesso tempo, si è arricchito della normativa Euro 5, che sacrifica un po’ le prestazioni sull’altare dell’ecologia.

Complici i rapporti un filo allungati del cambio, il motore non sembra così pimpante come il precedente, anche insistendo a lungo sul gas.

E poi si sente la mancanza di note intonate dagli scarichi, troppo silenziosi per una sportivetta tutto pepe.

Non è finita, perché le sensazioni che giungono da sterzo e assetto rispecchiano il carattere di questa Sport: brioso e divertente sempre, racing mai.

Ecco perché buttandosi in curva allegramente e rilasciando il gas la coda fatica a prendere parte al gioco, anche a ESP disinserito. L’assetto filtra bene le asperità e si dimostra adattabile a ogni tipo di percorso mentre lo sterzo restituisce il giusto feeling.

Tuttavia se affrontate un tratto di misto a ritmi da Playstation emergeranno un po’ di rollio e un retrotreno ben accordato con le ruote anteriori ma poco propenso al divertimento. Per un’auto più facile rispetto al passato.

Tanto che, nel corso del 2012, è previsto pure l’arrivo della versione a 5 porte.

SCHEDA TECNICA
  • Motore
    4 cil. in linea, 1.586 cc
  • CO2
    147 g/km
  • Potenza
    136 CV @ 6.900 giri
  • Coppia
    160 Nm @ 4.400 giri
  • 0-100 km/h
    8,7 secondi
  • Velocità
    195 km/h
  • Prezzo
    17.900 €
  • In vendita
    adesso
Suzuki Swift Sport, più CV e dotazione ricca

L'opinione dei lettori