Auto Sportive

Auto sportive usate: BMW M3 E46

Un pilastro tra le sportive moderne: l’ultima M3 sei cilindri aspirata è una bella preda tra gli usati

di Francesco Neri -

“Eh ma l’M3 E46!”. Quante volte l’ho sentito dire, e quante volte l’ho detto io. La BMW M3 E46 è un mio amore d’infanzia: ricordo ancora la CSL nera del padre di un mio amico: cattiva, sportiva, ma anche elegante e utilizzabile tutti i gironi. A quell’epoca 343 CV sembravano davvero tanti, soprattutto dall’alto dei tre cavalli e mezzo della mia Aprilia RS. A parer mio, la E46 è la Serie3 più azzeccata di sempre, al pari della E20. E questo rende ancora più facile amare la M3 della sua generazione.
Dotata di un motore sei cilindri in linea naturalmente aspirato, è anche quella con la colonna sonora più da brivido.

“IL” MOTORE

La BMW M3 E46, come dicevo, è considerata da molti l’emmetre migliore di sempre. Il motivi sono tre: è la più bilanciata da guidare, ha una linea senza tempo, e ha un motore da capogiro.
Il suo 3,3 litri eroga 343 CV al regime stellare di 7.900 giri, con una coppia di 365 Nm a 4.800 giri. Un motore da brivido, con un sound tagliente e metallico e una progressione più adatta ad una moto che ad una macchina.

 

BILANCIATA

I dati parlano di uno 0-100 km/h in 5,2 secondi e 250 km/h di velocità massima. Rispetto alle spaventose accelerazioni delle sportive di oggi, la partita è dura, ma sulla strada giusta la M3 E46 regala emozioni di un’altra categoria. Il motore gira alto, altissimo, quindi bisogna lavorare di cambio per trarne il meglio. Ma la ricompensa della cambiata giusta dopo aver affrontato gli ultimi duemila giri del tachimetro non ha prezzo. In questo, il cambio manuale a sei rapporti aiuta molto: la leva ha una corsa corta e gli innesti offrono una piacevole resistenza meccanica e “cartillaginosa”, tipica delle BMW.

La trazione poi è buona, ma a metà curva basta insistere un po’ di più col gas per far scivolare il posteriore ed esibirsi in spettacolari sovrasterzi. È un’auto con cui si può giocare, sempre e volentieri, oppure guidare puliti.

Esiste anche una versione CSL equipaggiata con cerchi da 19” (optional sulla M3 standard) cambio sequenziale SMGII con paddle al volante, freni maggiorati e 360 CV.
Il cambio sequenziale era disponibile anche sulla M3 normale. È uno di quei robotizzati che ira calci così violenti da far pattinare le gomme tra una cambiata e l’altra, molto old scooL.

AL PREZZO DI UNA COMPATTA

Fino a qualche anno fa la BMW M3 E46 si trovava a prezzi stracciati. Ora i prezzi stanno lentamente salendo, ma si trovano comunque ottimi esemplari attorno ai 20.000 euro, il prezzo di una compatta sportiva.
È anche un’auto molto affidabile (soprattutto la versione dotata di cambio manuale), quindi non lasciatevi spaventare dagli esemplari che hanno percorso più di 100.000 km. Controllate piuttosto lo stato del differenziale autobloccante e quello dell’impianto frenante.