Auto Sportive

Auto Sportive Usate – Renault Mégane RS

La Renault Mégane RS è uscita di listino e già si trova usata a prezzi allettanti, vediamo perché comprarla

di Francesco Neri -

Certe auto sportive diventano dei punti di riferimento per la propria categoria, auto con cui le rivali dovranno sempre fare i conti: la Renault Mégane RS è una di queste. Fin dai primi anni 2000 la Mègane RS ha rivoluzionato il concetto di compatta sportiva a trazione anteriore, raggiungendo un livello di prestazioni riservato solo alle più potenti auto a trazione integrale turbo, come la Subaru Impreza e la Mitsubishi Lancer EVO.
La Mégane era meno potente, certo, ma grazie ad un peso inferiore, ad un assetto senza compromessi e a un differenziale autobloccante meccanico, era capace dello stesso livello di prestazioni e di una precisione ancora maggiore.
L’ultima generazione di Renault Mégane RS, la III, pare sarà l’ultima a trazione anteriore (si vocifera una trazione integrale); le sue qualità dinamiche sono eccezionali e i prezzi
dell’usato interessanti. Gli esemplari post 2012 con un chilometraggio compreso tra i 20.000 e i 50.000 km vanno dai 18.000 ai 23.000 euro, e molti sono tenuti davvero bene. Ovviamente prima dell’acquisto la Mégane RS è un’auto che va controllata a dovere, dato che è una vettura che si presta all’uso (intenso) in pista, quindi: prudenza. Detto questo, la Mégane RS è un’auto incredibile sia per le prestazioni di cui è capace, sia per le sensazioni che è in grado di trasmettervi.

AL VOLANTE DELLA MEGANE RS

La Renault Mégane RS è un’auto semplice, ma proprio per questo tremendamente efficace. I passaruota allargati, gli enormi dischi dei freni e i sedili Recaro non sono solo lì per far scena: è un’auto davvero estrema. Cambio esclusivamente manuale, motore 2.0 turbo, differenziale autobloccante e un telaio formidabile.

Basta fare 500 metri per rendersi conto di quanto duramente abbiano lavorato i tecnici di Renault Sport. Lo sterzo è diretto, sensibile, abbastanza da farvi sentire ogni irregolarità dell’asfalto e ad invogliarvi a cercare il limite dell’auto. Il cambio manuale è leggermente gommoso nell’azione, ma ha una corsa corta, così come lo sono i rapporti. Il motore non ha un gran voce: si sente tanta aria soffiare e un forte brusio a 6.000 giri, ma dallo scarico escono ben poche note esaltanti. Questo però rende la RS un’auto ancora più concreta, che va dritta al sodo, e che non cerca di incantarvi con scoppietti e decibel. Lei va e basta. I 275 CV dell’ultima versione sono spalmati piuttosto bene per tutto l’arco di giri e, anche verso la zona rossa del limitatore, il 2.0 continua a tirare con entusiasmo. Ok, non tirerà come un aspirato, ma non è nemmeno uno di quei motori “tutto e subito”, anche se la coppia non manca di certo.

Se pensate che la potenza sia troppa per una trazione anteriore, vi sbagliate. Il differenziale autobloccante è un elemento fondamentale della RS: aiuta a scaricare a terra la potenza in modo eccezionale, contrastando il sottosterzo e permettendo al muso di chiudere la traiettoria anche a gas spalancato. L’esperienza di guida della Mégane ruota tutta attorno a questo, proprio come il posteriore “ruota” nelle curve. Naturalmente tutto ciò permette all’auto di tenere un’andatura strepitosa su strada e di non deludere nemmeno in pista (dove quasi ogni sportiva stradale diventa impacciata), aiutata anche da una frenata granitica.

Bene, la state già cercando? Io sì.

Auto Sportive

Dodge Viper RT, la capostipite delle Viper

Un leggenda tra le auto sportive, un’icona degli anni ’90

Auto Sportive

Citroen C3 Max, al volante di un’auto da corsa

Le sensazioni di guida al volante della C3 Max che corre nel Campionato Italiano Turismo.