• pubblicato il 04-06-2012

Chevrolet Camaro ZL1: la più potente

di Mike Austin

Ha un V8 6.2 con compressore da 580 CV e tocca i 100 in 4,0 secondi

VALUTAZIONE
4/5

Certo che la General Motors ha proprio un pessimo tempismo. La sua Chevrolet Camaro ZL1 da 580 CV ha debuttato pochi mesi dopo la Ford, che le ha inevitabilmente rubato la scena con la Mustang Shelby GT500 da 650 CV. Chi se ne importa di un’auto, per quanto stupefacente, se la sua più diretta rivale ha più potenza, pesa meno e costa uguale?

Ma anche se è un po’ passata sottotono la Camaro rimane un’auto incredibile. Dopo tutto, con quella potenza da 580 CV entra di diritto nel territorio delle supercar (anche se pesa 1.900 kg).

Prestazioni da supercar

Il V8 6.2 con compressore è lo stesso della Cadillac CTS-V ma per l’occasione è stato dotato di prese d’aria più grosse e di un sistema di scarico attivo preso dalla Corvette ZR1. Ovvio quindi che sia ben più potente della Camaro di serie. CV a parte, tra le modifiche ci sono i giunti omocinetici e un differenziale posteriore più sostanzioso con i semiassi più rigidi per prevenire i saltellamenti in fase di forte accelerazione. I freni sono Brembo con pinze a sei pistoncini.

Tutte le modifiche aerodinamiche sono funzionali e permettono di aumentare la deportanza. Tanto per cominciare c’è il rigonfiamento sul cofano in carbonio che ospita l’intercooler montato verso l’alto ed estrae l’aria da dietro il radiatore. Posteriormente, poi, il pianale piatto ha delle prese NACA che incanalano l’aria per raffreddare la trasmissione. Infine, nella parte in basso della griglia anteriore (che ricorda il Maggiolino dei Transformers) ci sono delle prese d’aria per raffreddare i freni.

Dal punto di vista delle sospensioni la ZL1 monta gli ammortizzatori magnetoreologici di terza generazione con due settaggi disponibili, velocizzando i tempi di risposta e aumentando il controllo. Queste nuove sospensioni sono in grado di autoregolarsi fino a 1.000 volte al secondo e perfettamente in grado di irrigidire l’anteriore in fase di frenata. I cerchi in lega da 20 pollici – disponibili nella versione standard nera a dieci razze o in quella optional metallizzata a cinque – e le Goodyear Eagle Supercar G:2 permettono di risparmiare 10 kg di masse non sospese.

Dalla pista alla strada

Tutto questo lavoro certosino rende perfetta la Camaro per passare dalla strada alla pista senza fare la minima modifica. L’unico optional legato alle prestazioni è il cambio automatico a sei marce, anche lui pensato per l’uso in pista, giro dopo giro. La Chevrolet dichiara per la versione automatica uno 0-100 in 3,9 secondi (un decimo in meno rispetto a quella manuale) e una velocità massima di 296 km/h (contro i 290 della versione manuale). Ma anche se più lenta, la Camaro col manuale è la migliore, senza contare che ha il launch control e un interessante comando che permette di tenere giù il gas in fase di cambiata.

Il Performance Traction Management system della ZL1 ha cinque settaggi che rendono progressivamente meno severi traction e stability control. Nella modalità finale, Race, non intervengono praticamente mai: per svegliarli dovete fare una manovra veramente stupida. Se si disattiva tutto la ZL1 va di traverso che è una meraviglia. Ha un equilibrio neutro che tende al sovrasterzo e quando la si guida al limite l’unico problema sono i sedili poco contenitivi. In pista è così incisiva da far impallidire persino la M3.

Su strada la larghezza non indifferente della Camaro è più problematica che in pista ma a parte questo la ZL1 è facile da guidare nel traffico ed è confortevole anche sulle lunghe distanze. Con lei la Chevrolet è riuscita a trasformare la Camaro in una vera GT.

Il problema dell'acquisto

Negli Stati Uniti la ZL1 costerà 54.995 dollari (circa 42.000 euro): un vero affare a livello di spesa-resa, anche se poi gli acquirenti in America devono pagare altri 1.300 dollari per la tassa antinquinamento (che sale a 2.600 per la versione col cambio automatico), che invece per la Shelby GT500 non è dovuta. È un vero peccato per la Chevrolet: la Shelby batte la ZL1 sotto quasi ogni aspetto ma la Camaro rimane comunque una delle migliori della categoria.

Purtroppo sarà molto difficile trovarla nei concessionari europei: stando alla Chevrolet le probabilità sono inferiori al 50 per cento. Per convincerla dovremmo prima iniziare ad apprezzare (e importare) la meno potente SS. La strada è ancora lunga…

SCHEDA TECNICA
  • Motore
    V8, 6.162 cc, compressore volumetrico
  • CO2
    N/A
  • Potenza
    580 CV @ 6.100 giri
  • Coppia
    754 Nm @ 3.800 giri
  • 0-100 km/h
    4,0 secondi (dichiarati)
  • Velocità
    290 km/h (dichiarata)
  • Prezzo
    42.000 € ca (in USA)
  • In vendita
    adesso, in USA
Chevrolet Camaro ZL1: la più potente

L'opinione dei lettori