• pubblicato il 07-06-2012

Audi A3 Eset by Vilner Studio: per la prossima Software World Conference

La compatta di Ingolstadt di prima generazione in veste futuristica e fantascientifica

È un Audi A3 di prima generazione, quindi del 1996, anche se a guardarla sembra uscita da un film di fantascienza, futuristica e ultra tecnologica.

Si tratta di un'elaborazione di un tuner Bulgaro, Vilner Studio, che ha rielaborato la prima compatta di Casa Audi che verrà esposta in occasione della prossima conferenza mondiale di software, Software World Conference, da una ditta informatica di nome Eset Bulgaria.

Fuori in bianco, nero e turchese

Si chiama A3 Eset e veste i colori aziendali della società (tra l'altro produttrice del noto antivirus Nod32) bianco perlato, con rifiniture in grigio-blu, e dettagli in tinta turchese per la parte bassa dei paraurti e delle fiancate, per gli specchietti retrovisori e per la mascherina frontale.

Il tetto, con tanto di spoiler sportivo posteriore, contrasta con l'intera vettura ed è verniciato in nero. I cerchi sono in lega MAK sono da 17 pollici rifiniti in tinta con il resto della carrozzeria in bianco perlato e turchese.

Interni alla Blade Runner

Gli interni, la plancia così come i sedili, sono rivestiti in pelle Nappa nera ed Alcantara, il volante e il quadro strumenti sono inediti e appositamente dedicati.

Il tetto sfoggia una futuristica decorazione di ispirazione chiaramente tecnologica, il robot simbolo di ESET, mentre come chicca finale troviamo istallato nella console centrale un tablet Android Samsung Galaxy.

Audi A3 Eset by Vilner Studio: per la prossima Software World Conference

L'opinione dei lettori