• pubblicato il 05-09-2012

BMW M3 SKIII by G-Power

Roba forte: 720 CV, 330 km/h e 0-100 in 3,7 secondi

È la terza elaborazione, e forse l'ultima, del preparatore tedesco G-Power della belva di Monaco, la BMW M3, e si chiama SKIII. Si tratta di una versione più che estrema della gran turismo che si prepara all'arrivo della nuova generazione, ad inizio 2013.

Già da fuori fa sul serio

La carrozzeria è stata abbondantemente rivista e ritoccata con l'inserimento di diversi moduli/panneli in carbonio come per il cofano anteriore e il portellone posteriore, lo splitter frontale e le minigonne laterali. Un aerodinamico Body-kit, insomma, che non passa di certo indiscreto.

Il V8 “ultradopato”, quasi irriconoscibile

Ma la vera “bomba” è nascosta sotto il cofano. L'originale V8 da 4,0 litri della M3 è stato, innanzitutto, aumentato di cilindrata e portato ad una cubatura di 4,6 litri (con l'aumento dell'alesaggio e con l'inserimento di nuovi pistoni Mahle più profilati e forgiati).

A vista d'occhio, poi, aprendo il cofano si nota subito il vistoso turbocompressore a geometria variabile SKIII ASA T1-723 ad alte prestazioni. E poi, come se non bastasse è stata eseguita una rimappatura del motore, alleggerito il volano, inserite valvole più grosse, e sostituiti i collettori e dell'impianto di scarico con nuovi elementi racing.

Di diritto nell'Olimpo delle supercar più estreme

Tutto ciò, come ci sipoteva immaginare, equivale a tanti cavalli in più. Quanti? Per la precisione la BMW M3 SKIII by G-Power scatena al suolo ben 720 CV (300 CV in più rispetto all'originale). La velocità massima che può raggiungere con questo equipaggiamento è di 330 km/h con un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi.

Rivista anche la tecnica con sospensioni ultra rigide, Clubsport regolabili e cerchi in lega  Silversone Diamond da 20 pollici.

BMW M3 SKIII by G-Power

L'opinione dei lettori