• pubblicato il 20-08-2012

Lamborghini Aventador Capristo

Una cura dimagrante al carbonio per la super car emiliana

Il tuner tedesco Capristo, specializzato in tuning di vetture ad alte prestazioni ha messo le mani sulla super car di Sant'Agata Bolognese, la Lamborghini Aventador LP700-4, con il dichiarato nonchè impegnativo obiettivo di migliorarne le già impressionanti prestazioni: traguardo raggiunto.

Quasi tutto il lavoro di modifiche sulla Aventador si è basato sull'alleggerimento della vettura, che di fabbrica vanta un peso di 1.575 kg. Ovviamente, come ci si poteva immaginare, a farla da padrone è il carbonio, che in questo tuning ha sostituito la maggior parte dellle componenti della carrozzeria.

Il body-kit ultra leggero

Gli elementi anteriori e posteriori della carrozzeria, la griglia frontale, il diffusore posteriore, i gusci degli specchietti retrovisori e anche alcune parti del motore come anche le prese d'aria sono realizzati con il materiale ultra leggero.

Con questo “vestitino tirato" la Lamborghini Aventador targata Capristo perde 40 kg rispetto all'originale. Potrebbe non sembrare una massa non poi così notevole, ma a questi livelli, e soprattutto nel mondo delle competizioni basta poco per essere il numero uno.

Nuovo impianto di scarico

Come se non bastasse, inoltre, qualche cavallo (non è stata specificata la cifra esatta) è stato sicuramente aggiunto grazie al nuovo impianto di scarico installato sulla vettura che da una marcia in più al poderoso V12 da 691 CV.

I risultati in pista

E alla fine tanto poco è bastato per abbassare di 0,1 decimi di secondi il tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h della Aventador che in versione tuneata viene coperta in appena 2,8 secondi. 3 km/h sono poi da aggiungere al tachimetro visto che la velocità massima che raggiunge arriva ora a 354 km/h.

Lamborghini Aventador Capristo

L'opinione dei lettori