• pubblicato il 18-09-2012

DMC: Lamborghini Aventador Molto Veloce

di Junio Gulinelli

Il secondo capitolo del tuning tedesco al Toro Scatenato di Sant'Agata

Non è la prima volta che il preparatore tedesco DMC mette le mani su una delle super car più spettacolari di sempre, la nuova Lamborghini Aventador.

Il tuning si chiama Lamborghini Aventador Molto Veloce ed è già la seconda volta nel giro di pochi mesi che il Toro Scatenato di Sant'Agata Bolognese viene estremizzato sotto questa sigla.

La prima volta DMC aveva puntato tutto sulla potenza, incrementando quella del V12 fino alla bellezza di 900 CV, questa volta il tuning estremizza, invece, le linee della super car “nostrana”.

Body-kit stilizzato in carbonbio

Il body-kit è evidente, le appendici aerodinamiche, infatti, sono lasciate allo stato grezzo con il Carbonio a vista che contrasta con la colorazione Arancio della livrea.

All'anteriore è stato installato un nuovo splitter con tanto di spoilerini laterali che migliorano la deportanza frontale della vettura.

Di lato sfoggia invece pronunciate minigonne laterali che uniscono i passaruota anteriori con quelli posteriori che stabilizzano la vettura alle alte velocità.

Dietro, infine, il lavoro fatto è stato corposo: nella parte alta spunta un grosso alettone installato sul cofano motore in carbonio appositamente realizzato, nella parte bassa, invece, troviamo un vistoso diffusore. Entrambi assicurano fermezza ed estrema stabilità al retrotreno della Lamborghini Aventador Molto Veloce.

Impianto di scarico i Titanio

Capitolo a parte per il nuovo terminale di scarico, realizzato interamente in Titanio e che, oltre ad incattivire ulteriormente la voce del motore, aggiunge 15 CV in più al V12 da 6,5 litri che, da solo, eroga 700 CV e 690 Nm di coppia.

DMC: Lamborghini Aventador Molto Veloce

L'opinione dei lettori