• pubblicato il 22-03-2016

Manhart: Mini F300

Una piccola anglotedesca da 300 CV?

La Mini John Cooper Works è la variante più sportiva della piccola anglotedesca. Come sempre, però, nel mondo del tuning non è mai abbastanza, così il preparatore Manhart ha deciso di mettere le mani sulla piccola compatta JCW.

Se di serie la Mini più radicale della gamma ha a disposizione 231 CV, nel caso di questa elaborazione, dal quattro cilindri che alloggia sotto il cofano, vengono estrapolati fino a 300 CV.

Rinominata F300, la Mini di Manhart sfoggia una livrea dipinta con il leggendario colore British Racing Green con linee longitudinali dorate, cerchi da 19 pollici, specchietti retrovisori e adesivi laterali anch'essi in giallo oro.

All'interno dell'abitacolo troviamo alcuni ritocchi che rendono esclusiva questa Mini F300 di Manhart, come ad esempio la tappezzeria in Alcantara per i sedili e il volante, le cuciture a contrasto dorate e i tappetini bordati Manhart.

Ma è sotto al cofano, come anticipato, che si concentra la parte più interessante di questo tuning. Grazie all'ottimizzazione della centralina, ad un nuovo intercooler e al nuovo sistema di scarico firmato Remus, la potenza del 2.0 litri raggiunge la cifra tonda di 300 CV con una coppia massima di 470 Nm.

Dopo questo upgrade migliorano, naturalmente, anche le prestazioni della Mini John Cooper Works che ora scatta da 0 a 100 in 6,1 secondi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Manhart: Mini F300

L'opinione dei lettori