• pubblicato il 18-07-2012

Lamborghini Aventador Carbonado Black Diamond by Mansory

di Junio Gulinelli

Solo una parola d'ordine per il bolide di Sant'Agata: Carbonio

La Mansory Carbonado Black Diamond è una delle ultimissime modifiche che il preparatore tedesco ha riservato alla Lamborghini Aventador LP700-4. Come già accaduto con vetture di altre marche come Audi, McLAren e Lotus (di cui ora è il tuner ufficiale), l'elemento chiave di questa preparazione è il Carbonio.

Veste ultraleggera

Il body kit, interamente realizzato con il materiale ultra-leggero, disegna inoltre un nuovo look frontale alla super car di Sant'Agata con un paraurti più aggressivo dotato di prese d'aria maggiorate, e uno spoiler più grande del solito. Dietro troviamo invece un nuovo diffusore, un alettone inedito e un nuovo tappo per il motore, anche questo in carbonio.

La Lamborghini Aventador Carbonado Black Diamond by Mansory, veste inoltre cerchi da 20 pollici all'anteriore e da 21 pollici al posteriore, anche questi realizzati con lo stesso materiale della carrozzeria. L'abitacolo rifinito naturalmente in carbonio sfoggia anche una nuova tappezzeria in pelle e un volante dal nuovo disegno.

Rosicchia decimi all'originale sullo 0-100

La meccanica della Aventador Carbonado Black Diamond non ha ricevuto modifiche rilevanti, nuovo soltanto l'impianto di scarico che accresce la potenza del V12 a 754 CV a 8300 giri (700 CV originali) con una coppia di 750 Nm a 6000 giri (690 originali). In questo modo il tuning della Aventador raggiunge i 355 km/h (350 km/h la versione originale) e scatta da 0 a 100 km/h in appena 2,8 secondi (2,89 secondi la versione originale).

Lamborghini Aventador Carbonado Black Diamond by Mansory

L'opinione dei lettori