Tuning

Mercedes S 65 AMG by CFC-Sundern: l’ammiraglia sportiva della Stella si veste da supercar

di Junio Gulinelli -

Fuori elegante e seria, dentro (precisamente sotto il cofano) infuriata. È la Classe S di Mercedes targata AMG, in questo caso la versione del 2006. A reinterpretare questo mastodonte arrabbiato ci ha pensato il tuner tedesco CFC-Sundern che ha deciso di far venir fuori (esteticamente) l’anima cattiva di questo bolide. Il risultato: un’ammiraglia elegante con dettagli da supercar estrema.

Portiere ad ali, come sulle supercar

Primo fra tutti a risaltare è il dettaglio delle portiere che si aprono verso l’alto, ad ali, come nelle super-sportive più tirate. Una doppia colorazione molto eccentrica e particolare da alla livrea di questa S 65 tuneata un carattere meno sobrio del solito e più dinamico.

Doppia colorazione ad effetto

Bianco perla è il colore di base, mentre il cofano, il tetto e il portellone posteriore, sfoggiano una più unica che rara colorazione simil pelle rugosa in nero a contrasto (nome in codice KK-Cocoon Xirallic KKCO X50). Paraurti anteriore e posteriore rivisti, fanaleria dal nuovo disegno e cerchi dal look complesso e sofisticato completano il lavoro. L’impatto visivo è notevole.

Interni un po’ Kitsch…

Per quanto riguarda l’abitacolo, l’interno è stato reinterpretato con una combinazione di bianco e nero (che riprende gli esterni) in pelle nappa (che riveste anche il volante sportivo) e speciali poggiatesta “La Familia” cuciti su misura.

Sotto il cofano… potenza esagerata

Sotto il cofano, non c’è stato bisogno di modificare il “motorone” già abbastanza arrabbiato di suo e scalpitante come pochi: il V12 biturbo AMG da 6,0 litri che eroga una potenza massima di 612 CV (450 kW) e una coppia massima di 1000 Nm. Per l’accelerazione da 0 a 100 km/h, la vettura impiega appena 4,4 secondi. La velocità massima è limitata elettronicamente a 250 km/h.