• pubblicato il 19-12-2012

VÄTH: Mercedes V 63 Coupé Supercharged Black Series

di Junio Gulinelli

Un capolavoro di ingegneria meccanica firmato Vath.

Quando si sente nominare “Black Series subito ai più appassionati delle performance e delle quattro ruote “potenti” si drizzano le antenne e viene la pelle d'oca: numeri grossi e prestazioni di un altro livello rispetto alle “auto convenzionali”, questo è ciò che si nasconde dietro la sigla di Mercedes AMG.

Con i suoi 517 CV e 620 Nm di coppia, la Mercedes C 63 AMG Coupé Black Series non fa eccezione a questa massima. Ma a volte non basta mai... e gli amanti della velocità lo sanno bene. Il famoso tuner tedesco Vath ha presentato la sua seconda interpretazione di questo bolide di serie creando un vero e proprio capolavoro di ingegneria meccanica.

Un capolavoro di ingegneria meccanica

Il cuore di questo tuning è rappresentato dal “lavorone” di conversione che è stato apportato alla meccanica della VÄTH V 63 Coupé Supercharged Black Series. Il grosso dell'upgrade è dato dal sistema di compressione “V63 Supercharged” con un intercooler Vath e un sistema di raffreddamento ad acqua, oltre ad una messa a punto dell'elettronica e ad un aumento della Vmax.

Il sistema di scarico è stato poi ottimizzato con un collettore speciale unito ad un sistema catalitico sportivo. Completa l'installazione un X-Pipe, privo di terminali di scarico, con le parti posteriori sportive che si intravedono sul diffusore posteriore e che può essere attivato tramite una valvola di controllo premendo un pulsante all'interno dell'abitacolo.

Il risultato di tutto ciò può essere rappresentarto da un numero: 756, come i CV di cui dispone la VÄTH V 63 Coupé Supercharged Black Series. La coppia motrice massima raggiunge invece gli 800 Nm. In quanto a prestazioni, lo scatto da 0 a 100 km/h è coperto in 3,6 secondi e, con i giusti pneumatici, si può raggiungere la spaventosa velocità massima di 350 km/h.

La potenza è nulla senza il controllo...

Potenza e controllo, si sa, debbono essere direttamente proporzionali se si vuole fare un lavoro coi fiocchi. Per questo Vath è intervenuto sul telaio della V63 Supercharged introducendo sospensioni regolabili tra 20-65 mm. Ma si può regolare anche l'estensione e la compressione degli ammortizzatori in modo da ottenere il giusto comfort su strada e l'assetto corretto per la pista, a seconda delle esigenze.

Per garantire una tenuta di strada importante, poi, i cerchi da 20 pollici calzano pneumatici da 265/30-20 all'anteriore e da 305/25-20 al posteriore. L'impianto frenante, invece, è stato potenziato con dischi dei freni Vath da 405 mm all'asse anteriore.

Per quanto riguarda l'estetica i ritocchi alla Mercedes C 63 AMG Coupé Black Series sono pochi ma buoni. Introdotta una griglia del radiatore nera prova di stella, come accennato prima, cerchi in lega da 20 pollici con rifiniture in nero che danno un accento elegante al look di questa super-coupé e un vistoso alettone posteriore che più che sull'estetica interviene sulla stabilità della vettura.

VÄTH: Mercedes V 63 Coupé Supercharged Black Series

L'opinione dei lettori