• pubblicato il 11-05-2015

L'auto volante esiste. Si schianta, ma esiste

di Alessandro Alicandri

Storia di un'auto che libra nel cielo per poi finire al suolo. Per sempre?

Questo non è Harry Potter e nemmeno Ritorno al futuro.

L'auto che vola è un sogno che ancora appartiene alla fantasia di qualche romanziere, ma quel sogno potrebbe diventare presto realtà. Forse. 

Si chiama AeroMobil, ne abbiamo sentito parlare molto a marzo 2015 sul web e nei giornali.

Con un motore benzina da 100 cavalli e 200 euro di spesa, potrete volare per il cielo senza tutti i problemi del traffico e delle code (immaginiamo altri problemi, il peggio deve ancora arrivare).

La promessa del CEO Juraj Vaculik, capo dell'azienda slovacca, è che l'auto sarà pronta entro il 2017.

Eppure venerdì scorso qualcosa di non molto futuristico è successo e riguarda uno dei viaggi di prova dell'auto volante.

In un volo sopra la Slovenia, il pilota Stefan Klein, cofondatore del progetto, è riuscito a buttarsi giù con un paracadute prima che l'AeroMobil si schiantasse al suolo.

"I dati di questa esperienza di volo verranno analizzati per migliorare il prototipo" ha dichiarato l'azienda. "I test permetteranno una fase di sviluppo che migliorerà tutte le parti danneggiate dall'impatto".

È difficile pensare che il veicolo possa essere utilizzabile entro la data stabilita.

Ma la vera domanda è: voi volete prenderv questo rischio?

E se funziona: Come potrebbe cambiare la nostra vita?

L'auto volante esiste. Si schianta, ma esiste

L'opinione dei lettori