• pubblicato il 10-06-2015

BIOS è il primo gioco che tenta di unire racing game e sparatutto

di Stefano Valente

Disponibile per PC, il gioco è un'esperimento interessante

Alcuni ex sviluppatori di Far Cry 2 hanno formato un nuovo team, i PIXYUL, e hanno rilasciato su Steam le prima versione di BIOS, un gioco definito da loro stessi come un RFPS, ovvero un Racing First Person Shooter, un mix quindi tra un gioco di corse ed uno sparatutto. 

L'aiuto della community

L'obiettivo è quello di svecchiare i classici sparatutto moderni, integrando in BIOS alcuni elementi tipici dei racing game. 

Lo studio indipendente ha scelto di pubblicare il gioco su Steam con Early Access (cioè potendolo comprare e provare prima che sia completo) per avere un feedback da parte dei giocatori, per far sì che BIOS possa esprimere tutto il suo potenziale. 

I contenuti iniziali di BIOS

Questa prima versione propone una modalità singleplayer strutturata su 8 ambienti, 24 mappe e quattro tipologie di nemici. 

BIOS resterà in Early Access su Steam per circa un anno e ad ogni upgrade importante aumenterà di prezzo, in modo tale che i primi giocatori siano in qualche modo premiati per la fiducia mostrata. Inoltre la versione finale avrà più contenuti, adeguandosi così comunque al prezzo più alto. 

Come si gioca a BIOS?

L'obiettivo in BIOS è molto semplice, spiega il co-fondatore di PIXYUL: bisogna solo arrivare alle fine del livello il più velocemente possibile. Il giocatore affinerà le sue abilità fino ad essere un agilissimo e letale combattente. 

BIOS è basato sull'Unreal Engine 4 e pertanto sfrutta tutto il potenziale di questo fantastico motore grafico. 

Per il momento questo primo RFPS è atteso solo su PC, ma non è escluso che in futuro possa arrivare anche su console. 

BIOS è il primo gioco che tenta di unire racing game e sparatutto

L'opinione dei lettori