• pubblicato il 13-06-2013

Speciale E3 2013: la Playstation 4, fra Gran Turismo 6 e Drive Club

di Luca De Santis

La battaglia è finalmente aperta: alla più grande e importante fiera dei videogiochi sono state presentate le console di nuova generazione. Tocca a Sony

Iniziamo questo speciale diviso in tre parti, ognuno dedicato alle tre grandi major di console di videogiochi, e cioè Sony, Microsoft e Nintendo.

Rispondendo alla domanda che ogni anno ci si pone: "chi ha vinto?".

Perché l'E3 è da sempre un'arena più che un palco di dimostrazione, da cui si cerca di capire chi getterà più sangue e chi potrà salire sul carro del vincitore.

Nuove console: chi ha vinto?

Ebbene, anche noi di Panoramauto.it ci uniamo al coro di "evviva la Playstation 4".

Non ce ne vogliano gli utenti Xbox (qui in redazione c'è una buona parte di rappresentanza) ma la nuova macchina Sony vince per prezzo (100 euro in meno della concorrente) e per la possibilità di utilizzare i giochi usati.

Ma anche per la region free e perché sembra che l'hardware sia più performante (una CPU AMD64 Jaguar a 8 cores @1.6GHz; GPU AMD Radeon Southern Islands @800MHz; lettore Blue-ray e HDD di 500Gb di default).

Ma in soldoni?

In soldoni la Playstation 4 si è fatta forte di bei titoloni e attesissimi ritorni: The Last of Us, Destiny, Beyond Due Anime, The Evil Within, Tearaway, e poi ancora Wolfenstein The New Order, Killzone Shadow Fall, inFamous Second Son.

Qualche accenno a titoli per la bistrattata Playstation VITA, come la decantata attività discorsiva con le console casalinghe ma poi mai sfruttata o vista.

Sì, l'umore degli esperti e dei fans quest'anno non era certo quello di una nuova generazione di videogiocatori pronti a spendere altri quattrini per un'altra console, e la diffidenza serpeggiava in quasi tutte le conferenze stampa, smorzando un entusiasmo che in tutti i modi si è cercato di alimentare.

"Toccare con mano", "vedere i titoli di lancio", "spulciare i progetti in cantiere" sono le frasi che si rincorrono per una decisione che ci legherà per altri otto anni.

Perché in fondo, possiamo osannare la Sony per i suoi tagli di prezzo o la libertà di scambio giochi, ma fino al lancio nei negozi, tutto è ancora da decidere.

Nuovi giochi: Gran Turismo 6

Due i titoli di racing games presentati, ed entrambi ci hanno fatto sussultare il cuore: Gran Turismo 6 (per Playstation 3 e Playstation 4) e il nuovissimo Drive Club.

Iniziamo con l'opera mastodontica della Polyphony che dopo l'ultima versione di Gran Turismo 5, non poteva che alzare il tiro: la grafica presentata nel trailer con un nuovo motore grafico, ha fatto chiedere a più di una persona se fosse la versione per Playstation 3 o quella per Playstation 4.

Il parco auto ha enorme numero ha le più popolari e recenti macchine della categoria FIA GT3 (tra cui: Nissan DeltaWing Race Car ’12, Chevrolet Corvette Stingray (C7) ’14, BMW Z4 GT3 ’11, Mercedes-Benz SLS AMG GT3 ’11, Nissan GT-R NISMO GT3 N24 Schulze Motorsport ’13, Audi R8 LMS ultra e Audi Sport Team Phoenix ’12).

Tutte le auto sono state realizzate con la nuova tecnologia di Adaptive Tessellation, per un rendering del modello in 3D, che divide il poligono in più piastrelle geometriche, mantenendo così una qualità altissima sia da un punto di vista lontano che vicino. Se non ci credete, guardate il trailer qui sopra.

Gli scenari incredibili e mai così realistici sono affidati a un HDR Rendering Engine cinquanta volte superiore al capitolo precedente che permette un effetto di sfocatura naturale delle luci e dei riflessi.

Trentatré località e settantuno tracciati presenti sin dal giorno della pubblicazione (7 località e 19 tracciati in più di GT5) e altre in download nei pacchetti successivi.

La fisica si è concentrata ancora di più sull'assetto della vettura, rapporto sensibile tra pneumatici e superfici e sospensioni KW Automotive. Praticamente il gioco definitivo.

Drive Club

La Evolution Studios ha mostrato finalmente il tanto atteso progetto Drive Club, un multiplayer da giocare completamente in rete, passando dal gioco singolo a quello con gli amici senza blocchi e in continuità, un gioco di corsa team-based, in grado di competere con giocatori online sia in modo asincrono e allo stesso tempo in sfide dinamiche.

Unica pecca sembra l'iscrizione obbligatoria alla Playstation Plus e download continui per nuovi circuiti e nuove forme di gioco, dato che la natura del titolo è proprio quella dell'open sourced evolutivo.

Punto invece entusiasmante è il free-to-play di un gioco che ha creato più domande che sicurezze.

Rutchynsky, AD del progetto, ha spiegato che Drive Club sarà supportato continuamente da nuovi concorsi, sfide e contenuti, mesi e mesi dopo il suo lancio. Ci toccherà aspettare ancora, mentre ammiriamo le prime immagini davvero incredibili.

Speciale E3 2013: la Playstation 4, fra Gran Turismo 6 e Drive Club

L'opinione dei lettori