• pubblicato il 26-09-2012

Gran Turismo 5: Academy Edition, il titolo Sony torna e spazza via i difetti

di Luca De Santis

Nell’edizione speciale uscita quest’oggi, il titolo è finalmente completo di ogni aggiornamento e interessanti novità

La storia di Gran Turismo 5, uno dei classici di guida per la Playstation 3, è di quelle lunghe e travagliate.

Una storia che si conclude oggi con l’uscita del titolo Gran Turismo 5: Academy Edition, che comprende tutte le patch e i DLC rilasciati negli ultimi anni.

Con alcune interessanti e imperdibili novità.

Una, cento, mille versioni

Dal lancio di due anni fa, il simulatore di guida di Kazunori Yamauchi ha visto infinite patch, aggiornamenti e DLC dedicati, per correggere o incrementare alcuni importanti aspetti.

Dallo sblocco del gioco on-line, alla riduzione dei danni meccanici in due categorie, passando per l’inclusione di nuovi eventi NASCAR e non ultimi i circuiti di Spa-Francorchamps e lo Special Stage Route X per i test di massima velocità.

Già all’uscita ufficiale del gioco i problemi sorti sconfinavano anche in bizzarre discussioni, come quella avuta dalla Polyphony con la Città di Siena, che non rilasciò alla Sony i diritti di utilizzare le bandiere delle storiche contrade del Palio.

Per fortuna il contrattempo non fece slittare la data di uscita, ma come dichiarò lo stesso Yamauchi sul suo profilo Twitter: “Possiamo rimuoverle in un istante, tuttavia cancellarle è qualcosa di spiacevole”.

A due anni precisi dall’uscita travagliata del supporto originale, la Sony decide di inaugurare quindi una nuova edizione speciale di Gran Turismo 5, nata dalla collaborazione di PlayStation e Nissan.

Quali sono le novità

I contenuti aggiuntivi presenti nel gioco comprendono più di trenta nuove vetture, tre tracciati aggiuntivi, un pack di vernici e uno di accessori, per il record imbattuto di poligoni utilizzati (oltre 500.000).

La nuova edizione del gioco include anche la speciale Nissan GT-R N24 GT Academy, guidata alla 24 Ore del Nürburgring dal gamedesigner insieme a Lucas Ordoñez, vincitore della prima edizione di GT Academy.

Oltre a quest’ultime e alle più di mille vetture disponibili nel roster del gioco, vanno ad aggiungersi due nuovi pack auto scaricabili dallo Store di PlayStation: la Subaru BRZ S '12 e l'auto da gara Honda Weider HSV-010 (SUPER GT) '11.

E per chi se lo stesse chiedendo: no, le bandiere delle contrade della città di Siena non sono state rimesse al loro posto.

Quali sono invece gli aspetti già conosciuti

Diciamoci la verità: chi aveva giocato a Gran Turismo 4 ha dovuto attendere ben cinque anni per l’uscita del nuovo titolo, e una volta passata l’eccitazione estemporanea, ha notato i grandi errori che la Polyphony aveva commesso.

Tutti abbiamo pensato che ci sarebbero voluti altri due anni di progettazione per avere quel titolo perfetto di cui tanto si era raccontato e millantato.

Se la fisica e la grafica entusiasmavano e stupivano per alcuni aspetti, il piatto della bilancia invertita il suo equilibrio nel realismo delle vetture o nei danni arrecati in uno scontro, e a lungo andare l’esperienza di gioco risultava compromessa.

Ora quei due anni sono passati, gli errori sono stati corretti e Gran Turismo 5 è quel titolo che tutti nel 2010 stavano aspettando.

Se non avete mai ceduto alla nebbia del circuito di Tokyo o al sole che splende nel percorso in Toscana, alla scelta pressoché infinita di auto o allo slittamento del gameplay tra NASCAR, Rally e go-kart, se avete dato ascolto agli amici delusi dai troppi bug e incongruenze, è ora di rifarsi del tempo perduto (e a un prezzo davvero conveniente).

Gran Turismo 5: Academy Edition, il titolo Sony torna e spazza via i difetti

L'opinione dei lettori