• pubblicato il 06-11-2014

Mario Kart 8: in arrivo il DLC con Link e F-Zero

di Stefano Valente

Specificato anche il supporto agli amiibo

Durante il Nintendo Direct di ieri sera la compagnia di Kyoto ha annunciato alcuni aggiornamenti per i titoli in uscita il prossimo autunno e nel 2015, così come il supporto ad alcuni titoli di successo già usciti. 

Tra questi c'è ovviamente anche Mario Kart 8 che grazie al primo contenuto aggiuntivo e al supporto agli amiibo si appresta a tenere impegnati i giocatori ancora a lungo. 

Pacchetto aggiuntivo 

Dal 13 novembre sarà disponibile il primo contenuto aggiuntivo per Mario Kart 8 che al prezzo di 8€ aggiunge nuovi personaggi, nuovi circuiti e nuovi veicoli. 

I personaggi sono Mario Tanuki, Peach Gatto e (direttamente da The Legend of Zelda) Link! 

Tra i veicoli ci sono grandi ritorni come il Fulmine e novità come la jeep di Mario Tanuki, il Destriero di Link e (direttamente da F-Zero) la Blue Falcon. 

Si aggiungono anche due coppe (una legata a Yoshi e una a Link di Zelda) che aggiungono quattro piste ciascuna per un totale di ben otto nuovi circuiti su cui gareggiare.

Come nel resto del gioco, alcune delle piste sono ripescate (e riviste) dai precedenti capitoli di Mario Kart, mentre altre sono state create appositamente per questo DLC e provengono da altri giochi Nintendo come ad esempio The Legend of Zelda, F-Zero e Excitebike.

 

Supporto agli amiibo 

Gli amiibo, per chi non li conoscesse ancora, sono delle statuette raffiguranti i principali personaggi della Nintendo che verranno distribuite dal 28 novembre.

Ogni amiibo ha al suo interno un chip che può far interagire la statuetta con diversi giochi su Wii U, tra cui anche Mario Kart 8

Toccando il Wii U GamePad con le statuette amiibo di Mario, Luigi, Peach, Yoshi, Donkey Kong, Link, Captain Falcon, Fox, Samus o Kirby, i giocatori ricevono una tuta da pilota di quel personaggio.

I Mii dei giocatori possono indossare queste tute quando partecipano alle gare

 
Mario Kart 8: in arrivo il DLC con Link e F-Zero

L'opinione dei lettori