• pubblicato il 21-01-2013

L'ondata delle nuove console, seconda parte: non solo Xbox 720, ecco chi è pronto a scendere in campo

di Luca De Santis

L'ottava generazione di console è pronta a stupire il mercato: Playstation 4, Xbox 720 e Nintendo WiiU. Ma non solo

Se avete seguito il precedente post sulle novità di quest’anno nel campo delle console, saprete che la rivoluzione di questo 2013 non sarà cosa di poco conto.

E se finora abbiamo visto l’evoluzione delle console più conosciute, è tempo di scoprire i nuovi protagonisti della scena videoludica.

Che, possiamo scommetterci, faranno parlare di sé e daranno filo da torcere ai competitor più celebri.

L’altra metà del duopolio: la Microsoft

XBOX 720 ovvero: Progetto Durango

Se per logica l’evoluzione di un 360 è il 720, la Microsoft doppia la concorrenza con la nuova versione della sua Xbox: nome in codice Durango.

Le indiscrezioni parlano di un processore da 8 core da 1.6 GHz, 8GB di RAM, mentre la scheda grafica dovrebbe vantare una GPU AMD Radeon 8000.

Secondo il sito di Kotaku - Bibbia per i gamer - finalmente la piattaforma adotterebbe il blue-ray e il nuovo Windows 8. Il Kinect, poi, sarebbe integrato e non più opzionale.

In più, all’ultimo CES la Microsoft Research ha mostrato la sua ultima novità: Illumiroom, un prototipo di realtà virtuale che con una videocamera, videoproiettore e nuova console, utilizzerebbe la profondità dell’intera stanza come campo di gioco.

Nuove console scendono in campo: la guerra è iniziata!

OUYA

Il progetto nato sul sito di Kickstarter è finalmente realtà: la piccola console OUYA (che porta il nome di una tavoletta da seduta spiritica) è un cubo da collegare alla tv.

Supporta quattro controller e vanta un chipset Tegra3, 1 GB di RAM e 8 GB di memoria flash, connettività Wi-Fi e Bluetooth.

Anche se l’hardware non è dei più potenti, la novità della OUYA è il suo nascere open-source, dedicandosi completamente ai piccoli programmatori indie che potranno immettere sul mercato le proprie produzioni, oltre a fornire la ludoteca di giochi Android già disponibili sul canale Google Play.

Una piccola rivoluzione casual per portare in tv le nostre app preferite e scommettere su un’utenza non più solo passiva, ma in continua evoluzione.

Nvidia Project Shield

Prendete il joypad della prima Xbox, tagliatelo a metà come un panino e farcitelo con l’ultima scheda grafica della Nvidia, un chipset Tegra4 e uno schermo multitouch da 5 pollici con risoluzione 720p. Il tutto montato su piattaforma Android: ecco, ora avrete lo Shield, la console portatile della Nvidia.

Vera e interessante novità dell’ultimo CES, l'Nvidia Project Shield ha lasciato tutti di stucco quando la sua demo ha mostrato una grafica davvero fantastica.

Completano il tutto la possibilità di utilizzare il canale Steam, scaricare giochi da Google Play e ovviamente da Tegrazone, il canale creato appositamente per la console.

Lo Shield può anche esser utilizzato come device remoto del proprio PC e giocare con esso agli ultimissimi titoli per computer.

Razer Edge o Project Fiona

Non proprio una vera console di gioco: il Razer Edge è più che altro un tablet da 10,1 pollici con sistema operativo Windows 8, ma con una presa game station per trasformarlo in una ergonomica piattaforma PC Gaming.

Non solo tablet dunque, non solo netbook e non solo console.

Il docking a doppia presa è removibile e la versatilità del Razer è il suo punto forte.

La CPU sarà un Intel Core i5, con una GPU Nvidia GT640M, 4 GB di RAM. Prevista anche una versione PRO, più potente e performante, su cui far girare persino il gioco Dishonored.

Tra le nuove console proposte sicuramente la più adatta ai racing game.

Piston o Steam Box

Un altro piccolo cubo molto somigliante a quello della OUYA, ma questa volta meno carino e molto più costoso.

La Piston dovrebbe incarnare i mille gossip degli ultimi mesi di una console a marchio Valve, completamente a supporto della piattaforma di distribuzione Steam.

Se la console vi sembra troppo piccola per poter concorrere con le altre di ottava generazione, dovrete ricredervi dato che la Piston è tra le più potenti: 8Gb di Ram DDR3, un quad core a 64 bit e 3.2 GHz, 8 entrate USB, (4 del tipo USB 3.0) e una presa HDMI.

Il prezzo ipotizzato per tale potenza è quasi di 1000 dollari. Forse troppo per chi cerca solo divertimento.

GamePad di Archos

Distrutta prima ancora di uscire sul mercato, la GamePad di Archos ha deluso quasi tutti all’ultimo CES: materiali scadenti, luminosità dello schermo LCD scarsa, e durata della batteria minima.

L'Archos GamePad dovrà subire molti miglioramenti prima della sua uscita ufficiale altrimenti non riuscirà a restare a galla in questa invasione di device portatili.

Unici aspetti allettanti, lo schermo 7 pollici con risoluzione 1024X600 a densità di 170ppi, il supporto Android per Google Play e il prezzo, previsto sui 150 euro.

Ma se le cose dovessero restare così, senza nessun miglioramento, la GamePad rischierebbe di essere la nuova Xperia o Ngage.

Allora, quale nuova console sceglierete in questo 2013?

L'ondata delle nuove console, seconda parte: non solo Xbox 720, ecco chi è pronto a scendere in campo

L'opinione dei lettori