• pubblicato il 05-02-2016

Sebastien Loeb è il protagonista del nuovo videogioco Milestone, la recensione

di Stefano Valente

Come se la cava la nuova IP di Milestone? 

Per anni i ragazzi di Milestone ci hanno tenuto compagnia con la serie WRC: ben quattro i giochi da loro sviluppati a portare il loro ufficiale del campionato. Ma come abbiamo visto con la recensione di WRC 5, il marchio è passato ora nelle mani di Kylotonn Games che, pur essendo alla loro prima prova, si sono dimostrati all’altezza del compito. 

Nuova IP

Che cosa hanno preparato allora negli studi di Milestone? Semplice, come nel campo nelle moto si sono affidati all’immagine del mitico Valentino Rossi con Valentino Rossi - The Game, così nel rally hanno deciso di accompagnare il loro nuovo racing game alla figura di Sebastien Loeb, il più grande campione di rally di tutti tempi, capace di vincere consecutivamente il Campionato del mondo. 

Nuovo modello di guida

La nuova IP di Milestone presenta quindi tantissime novità, tra cui una delle più importanti è un nuovo modello di guida, ora totalmente votato alla simulazione. Rispetto a quanto visto nei capitoli di WRC da loro sviluppati, il modello di guida è ora caratterizzato da una fisica impeccabile con una cura notevole per la differenza tra mezzi utilizzati e terreni percorsi. A proposito dei differenti terreni dei tracciati, è da sottolineare la realizzazione con la collaborazione di Garmin. Unico aspetto ancora in parte da sistemare sono le collisioni, ancora in parte approssimative, ma che riescono comunque a dare una buona esperienza di guida, obbligando sempre il giocatore a fare attenzione a dove sta andando. 

Tantissimi contenuti

Sul fronte contenutistico Sebastien Loeb Rally Evo‏ non teme rivali: dopo aver creato il proprio team (selezionando tutti i dettagli, tra cui anche le livree) ci verrà affidato un campo base all’interno di una cava. Questo ci permetterà di provare le auto che entreranno a far parte del nostro garage con estrema naturalezza e semplicità. Per i giocatori che sono in cerca di un’esperienza leggera, Milestone ha preparato le Modalità Veloci: gare singole e brevi nelle tre discipline (rally, rally cross, Pikes Peak) oltre alle classiche prove cronometrate. 

La vostra carriera e quella del campione 

Per i giocatori hardcore invece ci sono due modalità che potranno tenervi a lungo impegnati: nella modalità Carriera potrete portare avanti il vostro team attraverso una serie di eventi accessibili man mano che si comprano e sbloccano le auto. Gli eventi a cui dovrete partecipare sono di vario tipo per evitare così il rischio di monotonia e noia. 

Infine troviamo una modalità che ricorda in parte il focus su eventi specifici visto in altri titoli (come ad esempio nella serie F1), ma in questo caso ovviamente interamente dedicato a Sebastien Loeb per ripercorrere così tutta la sua folgorante ed incredibile carriera. In questa modalità, chiamata Loeb Experience, troverete quindi alcune sezioni (divise per anni, 98-99, 00-01, 02-03, 04-06, 07-10 e 11-13), ognuna delle quale contiene al suo interno degli eventi da portare a termine e rivivere così la gloria del campione francese. 

Uno dei migliori giochi di rally? 

Sebastien Loeb Rally Evo è quindi sicuramente uno dei migliori giochi di rally disponibili sul mercato, nonostante su console il frame rate sia fermo a 30 fps e sia afflitto da qualche sporadico pop-up. Poco importa, quando ci si trova di fronte a un videogioco così ricco di contenuti e sostanza. 

Sebastien Loeb è il protagonista del nuovo videogioco Milestone, la recensione

L'opinione dei lettori