• pubblicato il 20-10-2015

WRC 5 riporta la serie su console: la recensione

di Stefano Valente

Grazie ad Ubisoft e Kylotonn Games

Dopo una pausa di un anno, torna il videogame ufficiale di WRC, ma con qualche differenza rispetto al passato. Iniziamo con gli sviluppatori che non sono più i nostrani ragazzi di Milestone, ma i francesi di Kylotonn, alle prese per la prima volta con un racing game. Se quindi le premesse non sono delle più esaltanti, il risultato è stato sorprendente. WRC 5 infatti non entrerà nella storia dei racing game, ma si difende assolutamente bene, ponendosi come un titolo imperdibile per gli appassionati di rally.

Innanzitutto WRC 5 soddisfa già soltanto per la mole di contenuti proposti: ben 13 rally tra cui scegliere che, pur non presentando tutte le tappe, permettono di affrontare una varietà di ambientazioni e soprattutto di terreni e condizioni davvero numerosi. Come ogni titolo ufficiale che si rispetti, WRC 5 offre tutte le squadre, le auto e i piloti della stagione.

Per quanto riguarda le modalità offerte, si parte ovviamente dalla Carriera, che con un susseguirsi di contratti sempre più prestigiosi vi porterà ad essere una stella dell’ambiente. Per variare le attività, talvolta non vi verrà chiesto soltanto di arrivare per primi, ma anche di portare a termini obiettivi secondari, come ad esempio preservare il più possibile l’integrità dell’auto (su cui danni torneremo più avanti). Ovviamente potrete allenarvi affrontando tappe singole o sfruttando la Scuola Rally, un vero e proprio tutorial molto approfondito che sarà capace di guidarvi attraverso ogni difficoltà.

Ma come si guida questo WRC 5? Durante la nostra fase di recensione abbiamo potuto apprezzare un modello di guida che non cerca la simulazione pura, ma si pone come credibile e profondo. I differenti terreni su cui gareggerete influenzeranno non poco il comportamento della vettura, il che vi porterà anche a fare molta attenzione alla vostra auto, per il sistema di danni è molto profondo e non lascia spazio per troppe distrazioni. Ogni volta che infatti subirete un danno, comparirà a lato uno schema dell’auto che riporta lo stato di salute del veicolo e nel caso di rottura, per esempio, del cambio non potrete più effettivamente cambiare marcia, compromettendo quindi la gara. Sempre sul fronte tecnico segnaliamo infine una grafica molto curata, dettagliata che però ha come rovescio della medaglia un frame-rate ballerino che alterna fasi fluide ad altre a scatti.

WRC 5 nel complesso si presenta quindi come un titolo capace di soddisfare la stragrande maggioranza di appassionati di rally ed è quindi caldamente consigliato per tutti gli amanti del genere. Il titolo, pubblicato da Ubisoft, è disponibile per PlayStation 4, PlayStation 3, PS Vita, Xbox One, Xbox 360 e PC.

WRC 5 riporta la serie su console: la recensione

L'opinione dei lettori