• pubblicato il 06-08-2012

Audi S6: biturbo e consumi ridotti

di John Simister

V8 e 0-100 in 4,6 secondi

VALUTAZIONE EVO
3/5

Ultimamente la Audi sforna così tante versioni che sembra arrivarne una nuova ogni settimana e spesso non è difficile capire quale sarà la prossima.

Abbiamo già visto la S8 con il nuovo V8 biturbo Audi/Bentley da 4 litri (in versione da 520 CV sull’Audi e da 500 sulla Continental V8) e l’anno scorso ha debuttato la nuova A6.

Il vecchio modello montava una versione da 435 CV del V10 della Audi R8 e della Lamborghini Gallardo, ma con le severe norme sulla riduzione delle emissioni da rispettare stavolta non era possibile replicare.

Ecco perché la nuova S6 monta il V8, che le permette di abbassare i consumi del 25 per cento. Ha “solo” 420 CV, per lasciar posto alla futura RS6, e li scarica a terra tramite la trazione integrale – il 60% della potenza è distribuito al posteriore, ma se serve può salire fino all’80% – staccando lo 0-100 in 4,6 secondi. Niente male.

Per gli smanettoni c’è da divertirsi con tutta una serie di parametri dell’Audi Drive Select che modificano le reazioni dell’acceleratore, la rigidità delle molle e degli ammortizzatori attivi, il peso dello sterzo, la rapidità del DCT a sette marce e il comportamento del differenziale posteriore Sport e del Dynamic Steering optional (che velocizza le reazioni dello sterzo).

Il cofano, il posteriore e le portiere sono in alluminio, ma la S6 – in versione berlina o Avant – pesa comunque quasi due tonnellate. E nonostante tutti i sistemi e i controlli di cui è dotata, mole e dimensioni si sentono quindi servono delle belle strade ampie e aperte per sfruttare come si deve le sue qualità. A quel punto si scopre che la S6 sembra meno veloce di quello che è soprattutto a causa dell’abitacolo silenziosissimo e dell’erogazione di coppia molto lineare ma meno decisa ai bassi rispetto alla Bentley.

La S6 ha un che di sintetico, da auto da videogame che non convince del tutto. La guida non ha nulla che non vada, anzi è molto migliore di quella della S5, e i settaggi Auto e Dynamic del Drive Select sono perfetti per viaggiare rilassati a velocità di crociera. La modalità Comfort invece non si usa quasi mai, per non parlare dell’Individual che permette di personalizzare i settaggi ma che di fatto non serve a nulla. È difficile capire esattamente che cosa sta facendo la S6 e scoprirlo non è particolarmente divertente.

Se posso darvi un consiglio, è meglio evitare il Dynamic Steering che rende più nervoso l’anteriore. Il sound poi non è il massimo: sembra finto. Senza contare che lo stereo diffonde un’onda sonora che copre ogni altro rumore proveniente dall’esterno, assicurandosi che non sentiate neanche una nota del motore. Non vi accorgete neppure quando passa alla configurazione V4.

Sicuramente è difficile innamorarsene, ma la S6 ha molte frecce al suo arco.

SCHEDA TECNICA
  • Motore
    V8, 3.993 cc, doppio turbo
  • CO2
    225 g/km
  • Potenza
    420 CV @ 5.500-6.400 giri
  • Coppia
    550 Nm @ 1.400-5.200 giri
  • 0-100 km/h
    4,6 secondi (dichiarati)
  • Velocità
    250 km/h (autolimitata)
  • Prezzo
    78.550 €
  • In vendita
    luglio
Audi S6: biturbo e consumi ridotti

L'opinione dei lettori