• pubblicato il 08-02-2012

Fiat Panda: le rivali

di Simone La Rocca

Le rivali

Fiat Panda

I motori aspirato, turbodiesel e TwinAir

Fin dal lancio sono previsti due propulsori a benzina: il ben noto 1.2 da 69 CV, ecologico e tranquillo, perfetto per l’uso cittadino e il nuovo 900 Turbo TwinAir da 85 CV, un concentrato di tecnologia e prestazioni, dotato del sistema MultiAir per la gestione delle valvole. Le prestazioni sono assimilabili a quelle di un motore di cilindrata superiore, pur sfoggiando un consumo medio di circa 24 km al litro (da verificare). A breve entrambi saranno disponibili con alimentazione bi-fuel: a metano il 900 TwinAir Natural Power e a GPL il 1.2 Easy Power. Non poteva mancare un turbodiesel dedicato a chi percorre molti chilometri: si tratta del vivace 1.3 MultiJet da 75 CV, silenzioso e parco.

Allestimenti

In attesa della versione 4x4 prevista per fine anno, la nuova Panda viene proposta (con la sola trazione anteriore) in tre allestimenti: Pop, Easy e Lounge. Per tutti, di serie, ci sono gli airbag frontali e per la testa, l’ABS con Brake Assist System, gli attacchi Isofix, i poggiatesta anteriori anti colpo di frusta e i fari anteriori con funzione “luci diurne” Daytime Running Lights. Le versioni TwinAir e MultiJet inoltre hanno il sistema stop&start, che spegne il motore al semaforo o durante le soste. Salendo sulla Easy si aggiungono alla lista l’indispensabile telecomando della chiusura centralizzata, le barre portatutto e la radio cd-mp3. Assente ingiustificato il climatizzatore, di serie solo sulla versione Lounge, dotata anche di fendinebbia e regolazione in altezza per il sedile del conducente. Per completare, o personalizzare, la vostra Panda esistono però diversi pacchetti opzionali, destinati a rendere più flessibile e funzionale l’abitacolo, oppure a completare la dotazione di sicurezza.

Sicurezza

Dovendo progettare un’auto tutta nuova, molti sforzi sono stati fatti sugli aspetti che rendono “superato” l’attuale modello. La nuova Panda offre un piacere di guida e un controllo superiori in ogni condizione di utilizzo, ma senza penalizzare il comfort. Grande attenzione è stata dedicata alla sicurezza passiva: ogni versione ha 4 airbag, poggiatesta anteriori anti-whiplash e attacchi Isofix per i seggiolini (però la Panda ha ottenuto quattro stelle al crash-test). Meno ricca la dotazione di sicurezza attiva: il controllo di stabilità, l’Esp, infatti è solo a pagamento, abbinato all’Hill Holder, che impedisce l’arretramento nelle partenze in salita. Presto sarà possibile richiedere il pack Safety, che aggiunge a questi sistemi il Low Speed Collision Mitigation: un sensore che, a basse velocità, previene il rischio di tamponamento e ne riduce gli eventuali effetti.

Chevrolet Spark 1.0 LS

10.840 euro

Linea frizzante, interni dal sapore motociclistico (vedi il cruscotto) e un motore abbastanza parco (19,6 km/l). Insomma, se non si cercano immagine e finiture curate sino al dettaglio, questa orientale (solo il marchio è americano) fa per voi. Se viaggiate soprattutto in città la 1.0 può bastare. Attenzione al clima, è di serie sulla LS, ma sulle altre, più economiche, non si può avere. La garanzia è di tre anni, uno in più di quella di legge.

Hyundai i10 1.1 Classic

10.000 euro

Una vera anti Panda: una cittadina a cinque porte dalle dimensioni contenute e con la forma di una mini monovolume. Interessante l’abitabilità interna, elevata per quattro adulti e, all’occorrenza, adatta anche per cinque passeggeri. non delude anche la capienza del baule (225/910 litri) e la qualità costruttiva, garantita ben 5 anni. Motori tutti a benzina: il 1.1 da 69 CV può bastare, ha ottimi consumi (21,3 km/l) e buone prestazioni, inoltre è disponibile anche con un pratico, ma lento, cambio automatico.

Kia Picanto 1.0 Easy 5p.

9.300 euro

Ha una linea accattivante e moderna, inoltre è disponibile anche nella variante a tre porte, dedicata ai più giovani. L’abitacolo è spazioso e realizzato con cura, ma non compromette lo spazio per i bagagli (200/870 litri). Per il motore potete “accontentarvi” del piccolo benzina da 69 CV: ha prestazioni adeguate all’uso urbano e consumi incredibilmente contenuti (23,8 km/l). La Picanto, come ormai da tradizione per la Casa coreana, è coperta da una garanzia di ben 7 anni.

Nissan Pixo 1.0 Acenta

9.420 euro

Punta tutto sul prezzo basso, ma offre un pacchetto “contenuto e qualità” adeguato alla spesa. Si tratta della prima vettura low-cost della Nissan, una cittadina a cinque porte e quattro posti senza grandi pretese, l’ideale per chi cerca un’auto con il climatizzatore che costi meno di 10.000 euro. Nonostante le dimensioni compatte, ha un abitacolo ampio. Il bagagliaio è piccolo: 129/750 litri. Aspetto veramente positivo è la vivacità del motore da 68 CV, che fa percorrere 22,7 km/l.  

Toyota Aygo 1.0 Now

10.550 euro

E’ la versione giapponese della Citroën C1 (da 9.850 euro) e della Peugeot 107 (da 10.045 euro), modelli con i quali condivide ogni componente, ma da cui si distingue per la sobrietà del frontale e per il disegno più ricercato dei fari. gli interni accolgono comodamente quattro adulti, a patto ovviamente di prendere la versione a cinque porte, più pratica della tre. deludono, invece, il bagagliaio (139/900 litri) e la qualità delle plastiche usate per gli interni. La garanzia è più lunga delle cugine francesi, tre anni, uguale il motore da 68 CV.

Volkswagen Up! 1.0 Take up

10.600 euro

La novità più clamorosa della VW è una citycar lunga 3 metri e mezzo, dal design sobrio ed “essenziale”, un po’ ispirato ai prodotti della Apple. Caratteristica principale sono gli sbalzi quasi inesistenti, elemento che garantisce un’eccellente agilità nelle manovre di parcheggio, oltre a favorire l’abitabilità interna: a bordo viaggiano comodamente quattro adulti più i bagagli (251/951 litri). E a breve arriverà la versione a 5 porte, la vera rivale della Panda. I materiali sono di ottima qualità e ben assemblati. Interessante anche l’attenzione verso la sicurezza e il motore benzina da 75 CV, vivace ed economico (21,3 km/l).

Fiat Panda: le rivali

L'opinione dei lettori