• pubblicato il 11-03-2016

Audi A6: guida all'acquisto

Tutto quello che c'è da sapere sull'ammiraglia più amata dagli italiani: prezzi, motori, pregi e difetti

La quarta generazione dell’Audi A6 - l’ammiraglia più venduta in Italia - è un’elegante “segmento E” disponibile in tre varianti: berlina, Avant (la station wagon) e allroad (una Avant che strizza l’occhio al mondo delle SUV).

In queste tre guide all’acquisto vi mostreremo nel dettaglio tutte le versioni presenti in listino: prezzi, motori, accessori, prestazioni, pregi, difetti e chi più ne ha più ne metta.

Audi A6: guida all’acquisto

Le finiture curatissime e il bagagliaio gigantesco (530 litri) sono i punti di forza dell’Audi A6. L’ammiraglia di Ingolstadt - disponibile a trazione anteriore o integrale - è piuttosto ingombrante (4,93 metri di lunghezza) ma lo spazio a disposizione delle gambe e della testa dei passeggeri posteriori potrebbe essere maggiore. Il divano, in compenso, è largo a sufficienza per accogliere comodamente tre adulti.

Gli allestimenti dell’Audi A6

Gli allestimenti dell’Audi A6 sono cinque: base, Business, Business Plus, quattro edition e S6.

La versione “entry level”, caratterizzata da prezzi relativamente accessibili e da una buona dotazione di serie, offre gli airbag frontali, laterali e a tendina, l’autoradio Bluetooth, i cerchi in lega da 17”, il climatizzatore automatico, i fendinebbia, i retrovisori ripiegabili elettricamente, il sensore luci e il sensore pioggia.

L’Audi A6 Business  - la variante a nostro avviso più equilibrata - costa 2.670 euro più della “base” a parità di motore ed è ancora più ricca (cruise control, navigatore e sistema di ausilio al parcheggio) mentre la Business Plus (che prevede un sovrapprezzo di 2.280 euro rispetto alla Business a parità di propulsore) risponde con il climatizzatore quadrizona, con gli interni in pelle e con lo specchietto retrovisore schermabile automaticamente.

La variante quattro edition è acquistabile esclusivamente in abbinamento alla versione 3.0 TDI 218 CV quattro S tronic e si distingue esteticamente per il pacchetto S line exterior (paraurti anteriore e posteriore, griglie radiatore laterali, longarine sottoporta ed inserto del diffusore con design sportivo, inserto del diffusore verniciato in grigio platino e logo S line sul parafango anteriore). La sportivissima S6 prevede invece - tra le altre cose - i cerchi in lega da 19”, il cielo dell’abitacolo rivestito in tessuto, i fari a LED, la griglia radiatore in grigio platino con doppi listelli orizzontali cromati e logo S6, gli inserti in alluminio spazzolato opaco su ampia superficie al cruscotto, alla consolle centrale e ai pannelli delle portiere, i listelli sottoporta con inserto in alluminio e logo S6, il logo quattro al cruscotto lato passeggero, le modanature ai finestrini in alluminio anodizzato, i montanti centrali in color nero lucido, i passaruota allargati, la pedaliera e l’appoggiapiedi in look alluminio, i sedili anteriori sportivi in Alcantara/pelle riscaldabili, le sospensioni adattive pneumatiche, lo spoiler posteriore in colore carrozzeria e i terminali di scarico a doppio tubo ovale con inserto cromato.

Audi A6: tutti i modelli in listino

Di seguito troverete tutte le caratteristiche delle versioni dell’Audi A6. La gamma motori dell’ammiraglia tedesca è composta da nove unità sovralimentate: tre TFSI a benzina (2.0 da 252 CV, 3.0 V6 da 333 CV e 4.0 V8 da 450 CV) e sei diesel TDI (2.0 da 150 e 190 CV e 3.0 V6 da 218, 272, 320 e 326 CV).

Audi A6 2.0 TFSI (da 49.600 euro)

L’Audi A6 2.0 TFSI (prezzi fino a 57.700 euro) monta un propulsore potente (252 CV), ricco di coppia (370 Nm) e poco assetato in città (13,5 km/l dichiarati per la versione a trazione anteriore). La variante d’accesso a benzina dell’ammiraglia dei quattro anelli potrebbe però essere più scattante (6,7 secondi sullo 0-100 per la “due ruote motrici”), avere una risposta più pronta ai bassi regimi e montare un cambio più rapido nella guida sportiva.

Audi A6 3.0 TFSI (da 59.500 euro)

L’Audi A6 3.0 TFSI (prezzi fino a 64.450 euro) - la versione da noi consigliata a benzina - regala parecchie soddisfazioni: scattante (5,1 secondi sullo “0-100”), potente (333 CV) e ricca di coppia (440 Nm), monta un propulsore molto elastico e grazie al peso relativamente contenuto offre una grande agilità nelle curve e consumi accettabili (13,5 km/l dichiarati).

Audi S6 (83.250 euro)

L’Audi S6 - la versione più potente (450 CV) dell’ammiraglia dei quattro anelli - ospita sotto il cofano un possente motore V8 dalla cilindrata elevata (4.0) e dal sound marcato pronto sotto i 2.000 giri ma anche amante della zona rossa del contagiri. Mostruosamente efficace nelle partenze da ferma (“0-100” in 4,4 secondi) ma meno coinvolgente rispetto ad altre concorrenti, monta un cambio rapido nei passaggi marcia e non consuma troppo (10,9 km/l dichiarati).

Audi A6 2.0 TDI (da 44.050 euro)

L’Audi A6 2.0 TDI (prezzi fino a 51.350 euro) da 150 CV è la variante più accessibile della berlinona teutonica. Il modo più economico per entrare nel magico mondo della “segmento E” più venduta in Italia.

Audi A6 2.0 TDI 190 CV (da 46.150 euro)

L’Audi A6 2.0 TDI 190 CV (prezzi fino a 58.600 euro) ha diversi punti di forza: una cilindrata contenuta che consente di risparmiare sull’assicurazione RC Auto e un motore elastico e vivace (7,7 secondi sullo “0-100” per la versione a trazione integrale). Resta comunque una vettura più adatta ad una guida tranquilla (come dimostrano l’impostazione turistica del cambio e la mole non indifferente in rapporto alla potenza).

Audi A6 3.0 TDI (da 53.350 euro)

L’Audi A6 3.0 TDI (prezzi fino a 61.450 euro) è, secondo noi, la scelta migliore per chi intende acquistare la berlinona di Ingolstadt. Il motore V6 ha una cilindrata un po’ troppo elevata ed è abbinato ad un cambio che privilegia uno stile di guida orientato verso il comfort ma è silenzioso (con un sound gratificante agli alti regimi), elastico e vivace (“0-100” in 6,6 secondi per la quattro a trazione integrale, modello che ci sentiamo di consigliare).

Audi A6 3.0 TDI 272 CV (da 57.050 euro)

L’Audi A6 3.0 TDI 272 CV (prezzi fino a 62.000 euro) è un’ammiraglia quasi sportiva: divertente da guidare e ricca di cavalli e di coppia (580 Nm), è vivace (5,5 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari), pronta ai bassi regimi e poco assetata di gasolio (19,6 km/l dichiarati). Va detto, però, che a questi livelli la concorrenza offre trasmissioni con un numero maggiore di rapporti.

Audi A6 3.0 TDI 320 CV (da 63.250 euro)

L’Audi A6 3.0 TDI 320 CV (prezzi fino a 68.200 euro) esalta ulteriormente l’anima sportiva della berlinona dei quattro anelli già mostrata dalla variante da 272 CV: 650 Nm di coppia e uno “0-100” da 5 secondi netti sono valori di tutto rispetto. I consumi, invece, possono essere più bassi: 16,7 km/l dichiarati.

Audi A6 3.0 TDI competition (da 71.700 euro)

L’Audi A6 3.0 TDI competition (prezzi fino a 75.430 euro) è  perfetta per chi vuole esagerare: 326 CV e 4,9 secondi per scattare da 0 a 100 chilometri orari. I consumi sono ancora più alti - ovviamente - di quelli della variante da 320 CV: 16,1 km/l.

Audi A6: gli optional

La dotazione di serie dell’Audi A6 “base” andrebbe a nostro avviso arricchita con tre optional fondamentali: il cruise control (370 euro), il navigatore (2.875 euro) e la vernice metallizzata (1.180 euro). Quest’ultima andrebbe acquistata anche sulle varianti Business, Business Plus e quattro edition insieme al cruise control adattivo (2.060 euro) e ai proiettori a LED Audi Matrix (2.935 euro).

Sull’Audi S6 ci vorrebbe invece - oltre al cruise control adattivo e alla tinta metallizzata - il sistema di ausilio al parcheggio plus (945 euro).

Audi A6 Avant: guida all’acquisto

L’Audi A6 Avant - variante station wagon dell’ammiraglia più acquistata in Italia - è una familiare elegante disponibile a trazione anteriore o integrale che offre (come la berlina) tanto spazio alle spalle dei passeggeri posteriori (che però non hanno molti centimetri a disposizione della testa).

Gli allestimenti dell’Audi A6 Avant

Gli allestimenti dell’Audi A6 Avant sono sette: “base”, Business, Business Plus, quattro edition, S6, RS6 e RS6 performance.

La versione entry-level della più grande station wagon “made in Ingolstadt” - relativamente economica e ben dotata - comprende gli airbag frontali, laterali e a tendina, l’autoradio Bluetooth, i cerchi in lega da 17”, il climatizzatore automatico, i fari allo xeno, i mancorrenti in alluminio anodizzato, il sensore luci e il sensore pioggia.

L’Audi A6 Avant Business (variante che ci sentiamo di consigliare) costa 2.670 euro più della “base” a parità di propulsore e aggiunge alla dotazione - tra le altre cose - il cruise control, il navigatore e il sistema di ausilio al parcheggio mentre la Business Plus (sovrapprezzo di 2.280 euro rispetto alla Business a parità di motore) può vantare il climatizzatore quadrizona, gli interni in pelle e lo specchietto retrovisore schermabile automaticamente.

La variante quattro edition è disponibile esclusivamente in abbinamento alla versione 3.0 TDI 218 CV quattro S tronic ed è caratterizzata dal pacchetto S line exterior (paraurti anteriore e posteriore, griglie radiatore laterali, longarine sottoporta ed inserto del diffusore con design sportivo, inserto del diffusore verniciato in grigio platino, logo S line sul parafango anteriore e spoiler al tetto S line) e dai listelli sottoporta con logo S line.

L’Audi S6 Avant può vantare i cerchi in lega da 19”, il differenziale centrale autobloccante, i fari a LED, il guscio degli specchietti retrovisori in look alluminio, gli inserti in alluminio spazzolato opaco, i listelli sottoporta con inserto in alluminio e logo S6, il pomello leva del cambio in look alluminio con logo S6 e manichetta in pelle, i sedili anteriori sportivi in Alcantara/pelle, le sospensioni adattive sportive pneumatiche e il volante sportivo multifunzionale a tre razze con bilancieri in look alluminio. La cattiva RS6 Avant replica con cerchi in lega da 20”, impianto frenante high performance da 19” con dischi posteriori autoventilanti, impianto di scarico a doppio tubo ovale, inserti in carbonio, sedili anteriori sportivi RS in Alcantara/pelle, sospensioni pneumatiche adattive RS e spoiler al tetto RS. La dotazione di serie della brutale RS6 Avant performance prevede invece i cerchi in lega da 21” e i sedili in pelle Valcona con impuntura a nido d’ape.

Audi A6 Avant: tutti i modelli in listino

Di seguito troverete tutte le caratteristiche delle versioni dell’Audi A6 Avant. La gamma motori dell’elegante station wagon teutonica è composta da undici unità sovralimentate: cinque TFSI a benzina (2.0 da 252 CV, 3.0 V6 da 333 CV e 4.0 V8 da 450, 560 e 605 CV) e sei diesel TDI (2.0 da 150 e 190 CV e 3.0 V6 da 218, 272, 320 e 326 CV).

Audi A6 Avant 2.0 TFSI (da 52.000 euro)

L’Audi A6 Avant 2.0 TFSI (prezzi fino a 60.100 euro), variante d’accesso a benzina della familiare tedesca, non è un fulmine di guerra (“0-100” in 6,9 secondi per la variante a trazione anteriore) ma è piacevole da guidare e monta un motore dalla cilindrata contenuta potente (252 CV) e ricco di coppia (370 Nm, erogazione convincente sopra i 2.000 giri) poco assetato in città (13,5 km/l dichiarati per la “due ruote motrici”) ma un po’ troppo bevitore nel ciclo misto (14,5 km/l dichiarati per la quattro). Il cambio è molto valido quando si guida in modo rilassato.

Audi A6 Avant 3.0 TFSI (da 61.900 euro)

L’Audi A6 Avant 3.0 TFSI (prezzi fino a 66.850 euro) è secondo noi la scelta ideale per chi vuole la station wagon dei quattro anelli a benzina. Divertente da guidare, vivace (5,3 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h) e non troppo assetata di carburante (13,2 km/l dichiarati). Cosa chiedere di più?

Audi S6 Avant (85.650 euro)

L’Audi S6 Avant ospita sotto il cofano un motore 4.0 V8 (una cilindrata non esagerata considerando quanto offerto dalla concorrenza) da 450 CV (parecchi) che regala prestazioni eccezionali (“0-100” in 4,6 secondi) e ottimi consumi dichiarati nel ciclo misto: 10,6 km/l (migliorabili, invece, quelli in città: 7,5 km/l). Il propulsore convince ai bassi regimi e adora frequentare la zona rossa del contagiri ma la coppia (di “soli” 550 Nm) potrebbe essere più corposa.

Audi RS6 Avant (116.950 euro)

L’Audi RS6 Avant, omologata per soli quattro posti, costa molto più della S6 e può vantare un cambio a 8 rapporti anziché a 7 ma i vantaggi in termini di prestazioni non sono così evidenti (3,9 secondi sullo “0-100”). Il motore - che genera ben 560 CV - ha una coppia “normale” per la categoria (700 Nm) e offre la stessa (ottima) erogazione della S6 (brillante ai bassi, brutale agli alti). Una supercar travestita da station wagon che non consuma neanche tanto (in rapporto ai puledri): 10,4 km/l dichiarati.

Audi RS6 Avant performance (125.000 euro)

L’Audi RS6 Avant performance è rivolta agli incontentabili: conserva praticamente gli stessi pregi e difetti della RS6 “standard” ma grazie ai 605 CV regala uno scatto impressionante (3,7 secondi per passare da 0 a 100 chilometri orari).

Audi A6 Avant 2.0 TDI 150 CV (da 46.450 euro)

L’Audi A6 Avant 2.0 TDI 150 CV (prezzi fino a 53.750 euro) è la variante meno costosa della familiare di Ingolstadt. Se si escludono le prestazioni poco esaltanti (9,9 secondi sullo “0-100”) dovute al poco favorevole rapporto peso/potenza, se la cava bene: monta un propulsore dalla cilindrata contenuta che consente di risparmiare sulla polizza RC Auto elastico, silenzioso e ricco di coppia (350 Nm). Comoda e poco assetata: 22,7 km/l dichiarati.

Audi A6 Avant 2.0 TDI 190 CV (da 48.550 euro)

L’Audi A6 Avant 2.0 TDI 190 CV (prezzi fino a 59.000 euro) è orientata alla guida tranquilla ma volendo sa essere vivace (7,9 secondi sullo “0-100” per la versione a trazione integrale). Beve poco (21,7 km/l per l’anteriore con cambio automatico), è pronta ai bassi regimi, è silenziosa e non è troppo costosa da assicurare per via della cubatura ridotta.

Audi A6 Avant 3.0 TDI (da 55.750 euro)

L’Audi A6 Avant 3.0 TDI (prezzi fino a 63.850 euro) è, secondo noi, la scelta migliore per chi si accinge ad acquistare la variante station wagon dell’ammiraglia di Ingolstadt (se abbinata alla trazione integrale quattro). Piacevole da guidare, comfortevole e in grado di offrire prestazioni soddisfacenti (6,8 secondi sullo “0-100” per la quattro), beve anche relativamente poco: 22,2 km/l dichiarati per la versione a trazione anteriore.

Audi A6 Avant 3.0 TDI 272 CV (da 59.450 euro)

L’Audi A6 Avant 3.0 TDI 272 CV (prezzi fino a 64.400 euro) conserva gli stessi pregi e difetti della tre litri a gasolio meno potente. Prestazioni migliori (5,7 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h) e consumi più alti (ma sempre eccellenti): 18,9 km/l dichiarati.

Audi A6 Avant 3.0 TDI 320 CV (da 65.650 euro)

L’Audi A6 Avant 3.0 TDI 320 CV (prezzi fino a 70.600 euro) è rivolta a chi percorre tanti chilometri ma vuole divertirsi. Basta un dato per comprendere le doti di questa station wagon sportiva a gasolio: 5,2 secondi sullo “0-100”.

Audi A6 Avant 3.0 TDI competition (da 74.100 euro)

L’Audi A6 Avant 3.0 TDI competition (prezzi fino a 77.830 euro) è semplicemente esagerata: 326 CV e uno “0-100” da 5,1 secondi.

Audi A6 Avant: gli optional

La dotazione di serie dell’Audi A6 Avant “base” andrebbe a nostro avviso arricchita con tre optional fondamentali: il cruise control (370 euro), il navigatore (2.875 euro) e la vernice metallizzata (1.180 euro). Quest’ultima andrebbe acquistata anche sulle varianti Business, Business Plus e quattro edition insieme al cruise control adattivo (2.060 euro) e ai proiettori a LED Audi Matrix (2.935 euro).

Sulle Audi S6 Avant e RS6 Avant ci vorrebbe - oltre al cruise control adattivo e alla tinta metallizzata - il sistema di ausilio al parcheggio plus (945 euro). Il cruise control adattivo e il sistema di ausilio al parcheggio servirebbero anche sulla RS6 Avant performance.

Audi A6 allroad: guida all’acquisto

L’Audi A6 allroad - disponibile esclusivamente a trazione integrale - non è altro che una A6 Avant più adatta agli sterrati: merito della maggiore altezza da terra e di numerose protezioni in plastica grezza per la carrozzeria. I punti di forza della familiare di Ingolstadt sono la versatilità e le finiture curate.

Gli allestimenti dell’Audi A6 allroad

Gli allestimenti dell’Audi A6 allroad sono tre: “base”, Business e Business Plus.

La versione “entry level” comprende airbag frontali, laterali e a tendina, autoradio Bluetooth, cerchi in lega da 18”, climatizzatore automatico, fari allo xeno, sensore luci, sensore pioggia, sospensioni pneumatiche adattive e specchietti retrovisori ripiegabili elettricamente.

L’Audi A6 allroad Business costa 2.670 euro più della “base” a parità di motore e aggiunge alla dotazione il cruise control, il navigatore e il sistema di ausilio al parcheggio plus mentre la Business Plus (che prevede un sovrapprezzo di 2.280 euro rispetto alla Business a parità di propulsore) risponde con il climatizzatore automatico quadrizona, i sedili in pelle e lo specchietto retrovisivo interno schermabile automaticamente.

Audi A6 allroad: tutti i modelli in listino

Di seguito troverete tutte le caratteristiche delle versioni dell’Audi A6 allroad. La gamma motori della station wagon “avventurosa” tedesca è composta da cinque unità 3.0 V6 sovralimentate: un TFSI a benzina da 333 CV e quattro diesel TDI da 190, 218, 272 e 320 CV.

Audi A6 allroad 3.0 TFSI (da 65.500 euro)

L’Audi A6 allroad 3.0 TFSI (prezzi fino a 70.450 euro) è l’unica scelta per chi vuole la familiare 4x4 di Ingolstadt a benzina. Non è molto scattante (5,8 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h) e consuma parecchio.

Audi A6 allroad 3.0 TDI (da 59.350 euro)

L’Audi A6 allroad 3.0 TDI (prezzi fino a 64.300 euro) monta un motore V6 dalla cilindrata elevata (in fondo ha “solo” 190 CV) piuttosto assetato di gasolio. In compenso è molto elastico e ha un sound corposo.

Audi A6 allroad 3.0 TDI 218 CV (da 62.500 euro)

L’Audi A6 allroad 3.0 TDI 218 CV (prezzi fino a 67.450 euro) non è nata per fare le corse. Il peso maggiorato rispetto alla A6 Avant “normale” (caratteristica comune a tutte le versioni di questo modello) penalizza il divertimento e i consumi.

Audi A6 allroad 3.0 TDI 272 CV (da 63.050 euro)

L’Audi A6 allroad 3.0 TDI 272 CV (prezzi fino a 68.000 euro) è, secondo noi, la scelta più equilibrata per chi intende acquistare la station wagon “quasi SUV” teutonica. Potenza giusta, prestazioni adeguate, consumi alti ma sopportabili.

Audi A6 allroad 3.0 TDI 320 CV (da 69.250 euro)

L’Audi A6 allroad 3.0 TDI 320 CV (prezzi fino a 74.200 euro) conserva le stesse peculiarità delle varianti meno potenti: peso eccessivo, prestazioni non entusiasmanti (5,5 secondi sullo “0-100”, tre decimi meno della A6 Avant tradizionale) e consumi migliorabili (15,4 km/l dichiarati).

Audi A6 allroad: gli optional

La dotazione di serie dell’Audi A6 allroad “base” andrebbe a nostro avviso arricchita con tre optional fondamentali: il cruise control (370 euro), il navigatore (2.875 euro) e la vernice metallizzata (1.180 euro). Quest’ultima andrebbe acquistata anche sulle varianti Business e Business Plus insieme al cruise control adattivo (2.060 euro) e ai proiettori a LED Audi Matrix (2.560 euro).

Audi A6: guida all'acquisto

L'opinione dei lettori