• pubblicato il 23-12-2014

Dieci auto sportive economiche sotto i 23.000 euro

Scattano da 0 a 100 km/h in meno di 10 secondi, toccano i 200 km/h e non costano una follia

Chi ha detto che le auto sportive costano tanto? Spulciando il listino abbiamo trovato dieci proposte briose (velocità massima di almeno 200 km/h e meno di dieci secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari) ed economiche che si portano a casa con meno di 23.000 euro.

Il segmento più rappresentato in questo elenco è naturalmente quello delle piccole e la Francia è la nazione che presenta più proposte: non mancano, tuttavia, modelli di categorie differenti appartenenti ad altri Paesi. Scopriamoli insieme nel dettaglio.

Abarth 500     18.600 euro

Difficile trovare in commercio una citycar più divertente della Abarth 500: nelle curve è agile come una cavalletta e in città si parcheggia in un fazzoletto grazie alle dimensioni esterne contenute (3,66 metri di lunghezza). I limiti maggiori emergono nei lunghi viaggi: la praticità è scarsa (i passeggeri posteriori hanno pochissimo spazio per le gambe e per le spalle e il bagagliaio è minuscolo), il motore - pur essendo sovralimentato - non gradisce i regimi più bassi, l’autonomia è ridotta (colpa del serbatoio di soli 35 litri) e al cambio manca la sesta marcia (che sarebbe molto utile in autostrada). La dotazione di serie, infine, va arricchita.

Audi A1 1.4 TFSI 125 CV Sport 22.200 euro

L’Audi A1 1.4 TFSI 125 CV Sport è la proposta meno potente tra quelle analizzate in questa pagina: recentemente ristilizzata, ha un buon comportamento stradale e rispetta l’ambiente. Migliorabile, invece, la versatilità.

Chevrolet Cruze SW 1.4   20.663 euro

La Chevrolet Cruze SW 1.4 è la soluzione più adatta ai padri di famiglia con un budget ridotto che non vogliono rinunciare al brio. L’ingombrante (4,68 metri di lunghezza) station wagon statunitense offre infatti un mare di centimetri alle gambe di chi si accomoda dietro e ha un bagagliaio in grado di accogliere le valigie di tutti gli occupanti. Affidabile e con una garanzia di ben 3 anni o 100.000 km (ma solo 6 per la corrosione), presenta alti (assemblaggi) e bassi (materiali) alla voce “finiture”.

Citroën DS3 1.6 THP Sport Chic 22.500 euro

La Citroën DS3 1.6 THP Sport Chic è l’auto più cara del lotto ma è anche quella più raffinata. Monta un motore pronto ai bassi regimi e con un discreto allungo però potrebbe essere più spaziosa per le gambe dei passeggeri posteriori.

Ford Fiesta ST     21.750 euro

La ST, variante più cattiva della Ford Fiesta, conserva tutte le doti della straniera più amata dagli italiani (come ad esempio il grande spazio a disposizione della testa di chi si accomoda sui sedili posteriori) con l’aggiunta di un motore particolarmente vivace (ma anche un po’ troppo assetato di benzina).

Mini Cooper     20.700 euro

La Mini Cooper è, secondo noi, la scelta migliore per chi vuole una sportiva abbordabile: la piccola britannica (poco adatta a chi deve trasportare amici alti sui sedili posteriori per via dei pochi centimetri disponibili nella zona della testa) ha un motore a tre cilindri dal sound poco coinvolgente ma offre consumi da primato (22,2 km/l dichiarati).

Opel Corsa OPC    17.650 euro

La Opel Corsa OPC sta per uscire dal listino (a breve verrà rimpiazzata da un nuovo modello) e l’anzianità del progetto si nota soprattutto alla voce “consumi” (13,7 km/l dichiarati). In compenso costa pochissimo: impossibile trovare in commercio rivali più accessibili.

Peugeot 208 GTi    22.200 euro

La Peugeot 208 GTi non è solo l’auto più potente del lotto (200 CV): è anche la più scattante (“0-100” in 6,8 secondi) ed è oltretutto la più confortevole nei lunghi viaggi. Una Gran Turismo in miniatura che può deludere solo gli automobilisti più esperti, quelli che nelle curve vorrebbero un maggiore coinvolgimento.

Renault Mégane 1.2 TCe 132 CV 22.100 euro

La Renault Mégane 1.2 TCe 132 CV non si acquista per le prestazioni (deludenti se paragonate a quelle delle altre vetture analizzate in questa pagina: 9,7 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari): in compenso è adatta a chi “tiene famiglia” (il divano accoglie comodamente tre passeggeri) e a chi è attento ai costi di gestione (la cilindrata contenuta consente di risparmiare sull’assicurazione RC Auto).

Seat Ibiza 2.0 TDI 3p. FR   18.580 euro

L’unica auto diesel di questa “top ten” - la Seat Ibiza 2.0 TDI 3p. FR - monta un motore ricco di coppia e vivace ai bassi regimi penalizzato esclusivamente dalla cilindrata elevata (che incide negativamente sui costi dell’assicurazione). Le finiture potrebbero essere più curate, soprattutto per quanto riguarda i materiali utilizzati per la plancia.

Dieci auto sportive economiche sotto i 23.000 euro

L'opinione dei lettori