• pubblicato il 05-03-2015

BMW serie 3: guida all'acquisto

Tutto quello che c'è da sapere sulla berlina bavarese: prezzi, motori, pregi e difetti

La BMW serie 3 - giunta alla sesta generazione - è la berlina più acquistata in Italia: la “segmento D” bavarese - disponibile in due varianti di carrozzeria (quattro porte e station wagon Touring) - ha saputo conquistare gli automobilisti del nostro Paese, specialmente quelli che per lavoro sono costretti a percorrere molti chilometri e non vogliono rinunciare al piacere di guidare un’auto “premium”,

In questa guida all’acquisto - focalizzata sulla berlina e sulla familiare - analizzeremo nel dettaglio tutte le versioni presenti in listino: prezzi, motori, accessori, prestazioni, pregi, difetti e chi più ne ha più ne metta.

BMW serie 3: guida all’acquisto

La BMW serie 3 berlina non è un mezzo adatto a chi cerca la praticità: la presenza della trazione posteriore (o integrale) non agevola la presenza di un terzo passeggero sul divano posteriore e oltretutto non c’è molto spazio longitudinale nella zona delle gambe.

In compenso è impossibile non apprezzare le dimensioni esterne relativamente compatte (poco più di 4,60 metri, esistono rivali decisamente più ingombranti) e il bagagliaio abbastanza capiente. Alti e bassi, invece, alla voce finiture: la qualità degli assemblaggi dei pannelli della carrozzeria rasenta la perfezione mentre l’abitacolo può apparire poco curato se paragonato a quello di altre concorrenti teutoniche.

Gli allestimenti della BMW serie 3

Sono sei gli allestimenti della BMW serie 3 berlina tra cui scegliere e quello “base”, a nostro avviso, è già più che sufficiente. Ha un prezzo accessibile e una dotazione di serie che però potrebbe essere più ricca visto che comprende solo l’accensione senza inserimento chiave con tasto Start&Stop, gli airbag frontali, laterali e a tendina, i cerchi in lega, il climatizzatore automatico, i fendinebbia, il fissaggio Isofix per i sedili posteriori laterali, l’indicatore pressione penumatici, l’ingresso audio aux-in, l’interfaccia Bluetooth per cellulare e USB, la radio BMW Professional con monitor a colori da 6,5” in alta definizione con lettore CD/MP3, 6 altoparlanti e iDrive e il sistema di Start/Stop automatico.

La variante Sport (che prevede un sovrapprezzo di 2.170 euro - 2.000 per la Active Hybrid ibrida - a parità di motore) è decisamente più ricca visto che aggiunge i fari allo xeno, il volante sportivo in pelle, i sedili sportivi anteriori e la fintura nera lucida usata per le prese d’aria anteriori, il paraurti posteriore, i listelli verticali della calandra e il montante B. Senza dimenticare il profilo color alluminio per i laterali.

La BMW serie 3 berlina Business - disponibile esclusivamente con il cambio automatico e con tutti i motori diesel sotto i 200 CV (esclusa la 318 xDrive) - costa 3.950 euro più della versione “base”, può vantare un buon rapporto ”dotazione/prezzo” e risponde con il pacchetto Business Innovation che include il navigatore, i sensori di parcheggio posteriori, lo specchio retrovisore interno autoanabbagliante, gli specchietti retrovisori esterni autoanabbaglianti e ripiegabili elettricamente e il sensore luci e pioggia.

Molto cari (e oltretutto non così ricchi) gli allestimenti Luxury (4.270 euro più della “base”, 2.900 euro nel caso della Active Hybrid ibrida) e Msport (5.270 euro più della “base”, 4.700 per la variante a doppia alimentazione benzina/elettrica). Il primo offre fari allo xeno, climatizzatore automatico bizona, navigatore, volante sportivo in pelle, modanature interne in legno pregiato “Fineline” antracite e finiture cromate per prese d’aria anteriori centrali e laterali, paraurti posteriore, calandra e terminale di scarico. La seconda può vantare invece i fari allo xeno, gli interni in tessuto Hexagon e Alcantara, i cerchi in lega M da 18” con pneumatici misti ant. 225/45 R18 e post. 255/40 R18, i sedili sportivi anteriori, il profilo modanature interne in Estoril Blue opaco, le modanature interne in alluminio Hexagon, l’assetto sportivo M (non per xDrive e Active Hybrid 3), il volante sportivo M, il pacchetto aerodinamico M, la shadow-line lucida BMW Individual, il rivestimento interno del padiglione in colore antracite BMW Individual, il battitacco M e la calandra con listelli verticali neri lucidi.

Ultima, ma non meno importante, la sportivissima BMW M3. La sua dotazione di serie comprende l’accensione senza inserimento chiave con tasto Start&Stop, gli airbag frontali, laterali e a tendina, gli Air Breather laterali, l’assetto sportivo con taratura specifica M, i cerchi in lega da 18” con pneumatici misti ant. 255/40 e post. 275/40, il climatizzatore automatico bizona, il cruise control con funzione freno, il differenziale autobloccante attivo a controllo elettronico, i fari anteriori a LED adattativi, il fissaggio Isofix per i sedili posteriori laterali, l’impianto frenante BMW M in Compound con dischi autoventilanti e forati, l’indicatore di foratura pneumatici, l’ingresso audio aux-in nella consolle centrale, l’interfaccia vivavoce Bluetooth e USB, il sistema M Drive con tasti di selezione rapida settaggi impostati, il padiglione vettura in fibra di carbonio CFRP a vista, il profilo modanature interne in nero lucido, il navigatore BMW Connected Pro con monitor da 8,8”, il rivestimento interno del padiglione in colore antracite BMW Individual, i sedili sportivi anteriori BMW M a struttura leggera con poggiatesta integrato e logo M illuminato, i terminali di scarico cromati doppi e il volante sportivo M rivestito in pelle con comandi multifunzione per audio/telefono e cruise control.

BMW serie 3: tutti i modelli a listino

Di seguito troverete tutte le caratteristiche delle versioni della BMW serie 3. La gamma motori della berlina tedesca è composta da ben quattordici unità: sei a benzina (1.6 da 136 e 170 CV, 2.0 da 184 e 245 CV e 3.0 da 306 e 431 CV), un 3.0 ibrido/benzina da 340 CV e sette turbodiesel (2.0 da 116, 143, 163, 184 e 218 CV e 3.0 da 258 e 313 CV).

BMW 316i (da 31.450 euro)

La BMW 316i (prezzi fino a 36.720 euro) è il modello più economico della gamma: monta un 1.6 sovralimentato a benzina da 136 CV in grado di offrire una spinta interessante già sotto i 1.500 giri.

BMW 320i Efficient Dynamics (da 35.550 euro)

La BMW 320i Efficient Dynamics (prezzi fino a 39.820 euro) è - a nostro avviso - la scelta più adatta per chi cerca una serie 3 a benzina: Il motore 1.6 turbo è silenzioso, molto potente (170 CV) e in grado di offrire prestazioni davvero interessanti (7,6 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h). Rivale diretta della Mercedes C 180 Executive, è però più pesante (e quindi più assetata: 18,9 km/l) e leggermente meno pronta ai bassi regimi.

BMW 320i (da 36.300 euro)

La BMW 320i (prezzi fino a 43.970 euro, disponibile anche con la trazione integrale) è innanzitutto una berlina vivace: grazie al motore 2.0 (cilindrata un po’ elevata) da 184 CV (tanti) e 270 Nm di coppia (un po’ pochini) questa versione della “segmento D” bavarese impiega solo 7,3 secondi per scattare da 0 a 100 chilometri orari. Peccato per i consumi: 14,7 km/l per la xDrive.

BMW 328i (da 39.800 euro)

La BMW 328i (prezzi fino a 47.470 euro, disponibile anche xDrive) è la serie 3 a quattro cilindri più potente in commercio: 245 CV provenienti da un propulsore 2.0.

BMW 335i (da 46.750 euro)

La BMW 335i (prezzi fino a 54.220 euro, disponibile anche con la trazione integrale xDrive) è perfetta per chi cerca le prestazioni ma non ama apparire: fuori sembra una berlina bavarese come tante ma sotto il cofano nasconde un 3.0 a sei cilindri in linea da 306 CV.

BMW M3 (77.350 euro)

Chi non vuole scendere a compromessi non può non prendere in considerazione la mostruosa BMW M3, una supercar travestita da berlina. Motore 3.0 a sei cilindri in linea da 431 CV, 250 km/h di velocità massima e 4,3 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

BMW Active Hybrid 3 (da 56.850 euro)

Grazie all’unione tra un motore 3.0 a benzina e un’unità elettrica l’ibrida BMW Active Hybrid 3 (prezzi fino a 61.550 euro) genera una potenza di 340 CV ma dichiara consumi pari a 16,9 km/l. La soluzione ideale per chi cerca un’auto ecologica “premium” e vivace.

BMW 316d (da 30.950 euro)

La BMW 316d (prezzi fino a 36.220 euro) è la diesel meno potente della gamma. È un po’ pesante in rapporto alla potenza (116 CV) e monta un motore 2.0 dalla cilindrata elevata ancora Euro 5 e povero di coppia che regala però un buono scatto (10,9 secondi sullo “0-100”). Il nostro consiglio è quello di acquistarla con il valido cambio automatico.

BMW 318d (da 35.350 euro)

La BMW 318d (prezzi fino a 43.220 euro) ospita sotto il cofano un motore 2.0 (ancora Euro 5) brioso (9,0 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h) e un po’ rumorosetto a freddo che regala le cose migliori se abbinato al cambio automatico. Non è molto potente (143 CV) e la versione xDrive a trazione integrale dichiara consumi un po’ alti nel ciclo extraurbano (17,5 km/l).

BMW 320d Efficient Dynamics (da 37.850 euro)

La BMW 320d Efficient Dynamics (prezzi fino a 42.120 euro) dovrebbe essere la variante ecologica della gamma ma in realtà è ancora Euro 5 e diverse rivali più leggere regalano consumi dichiarati più contenuti nel ciclo extraurbano (27,8 km/l per l’automatica). Meglio puntare su altri pregi come la cilindrata bassa (2.0) in rapporto alla potenza (163 CV), il buon comfort nei lunghi viaggi e le prestazioni convincenti (“0-100” in 8 secondi netti per la variante a trazione posteriore).

BMW 320d (da 37.850 euro)

Potente (184 CV), scattante (7,4 secondi sullo “0-100” per la versione xDrive automatica) e con una cilindrata “umana” (due litri): sono questi i punti di forza della BMW 320d (prezzi fino a 45.520 euro). Il propulsore - ancora Euro 5 - è però un po’ carente di coppia (380 Nm) e in città potrebbe consumare meno: 16,1 km/l dichiarati per l’integrale con cambio manuale.

BMW 325d (da 41.100 euro)

La BMW 325d (prezzi fino a 46.170 euro) è la serie 3 diesel a quattro cilindri più potente in commercio: monta un motore 2.0 da 218 CV che le permette di raggiungere una velocità massima di 245 km/h e di accelerare da 0 a 100 chilometri orari in 6,8 secondi.

BMW 330dA (da 49.150 euro)

La migliore BMW serie 3 berlina è a nostro avviso la 330dA (prezzi fino a 54.020 euro), specialmente se dotata della trazione integrale xDrive. Povera di difetti (motore Euro 5 dalla cilindrata elevata - 3.0 - e non molto ricco di coppia: 560 Nm), è ricca di pregi: divertente nelle curve, potente (258 CV), scattante (5,3 secondi sullo “0-100” per l’integrale), pronta ai bassi regimi e oltretutto poco assetata di carburante (20,4 km/l dichiarati per la versione a trazione posteriore). Difficile trovare qualcosa di meglio dell’abbinamento tra un sei cilindri in linea e il cambio automatico.

BMW 335dA (da 53.050 euro)

La BMW 335dA (prezzi fino a 57.920 euro) - disponibile solo a trazione integrale - è una soluzione a nostro avviso addirittura esagerata per una berlina: il motore 3.0 genera una potenza di 313 CV e consente alla “segmento D” bavarese di raggiungere una velocità massima di 250 km/h e di accelerare da 0 a 100 chilometri orari in 4,8 secondi.

BMW serie 3: gli optional

I sensori di parcheggio posteriori (510 euro), il cruise control (490 euro) e la vernice metallizzata (960 euro) sono a nostro avviso i tre accessori fondamentali da aggiungere alla dotazione di serie delle BMW serie 3 berlina “base”, Sport, Luxury e Msport. Gli ultimi due andrebbero anche acquistati sulla Business, che guadagnerebbe molto con l’adozione dei fari allo xeno (1.000 euro).

I tre optional fondamentali per completare la dotazione della BMW M3 sono invece secondo noi i sensori di parcheggio, la vernice metallizzata e la regolazione elettrica per i sedili anteriori (1.200 euro). Chi cerca il massimo del piacere di guida può inoltre optare per una serie di “chicche” come l’impianto frenante M Carbon Ceramic (7.500 euro) e l’assetto sportivo adattivo M (1.950 euro).

BMW serie 3 Touring: guida all’acquisto

La BMW serie 3 Touring è una station wagon dalle dimensioni non esagerate (4,62 metri di lunghezza): facile trovare parcheggio, più difficile offrire uno spazio adeguato ai passeggeri posteriori (specialmente nella zona delle spalle e della testa). Come la berlina è più curata fuori che dentro e nonostante gli ingombri relativamente contenuti può vantare un bagagliaio abbastanza ampio (495 litri) che soddisfa senza problemi le esigenze di una coppia con un paio di figli.

Gli allestimenti della BMW serie 3 Touring

La BMW serie 3 Touring è disponibile con tutti gli allestimenti della sorella berlina (tranne la M3) e presenta una dotazione di serie praticamente identica. Le differenze riguardano la presenza - fin dalla variante “entry-level” dell’apertura/chiusura automatica del bagagliaio, della copertura del vano bagagli avvolgibile e sollevabile manualmente, della rete divisoria abitacolo/vano bagagliaio, del sistema di carico passante con sedili posteriori reclinabili 40:20:40 e del pratico lunotto posteriore apribile indipendentemente dal portellone.

BMW serie 3 Touring: tutti i modelli a listino

Di seguito troverete tutte le caratteristiche delle versioni della BMW serie 3 Touring. La gamma motori della station wagon tedesca è composta da undici unità (tutte quelle della berlina tranne la Efficient Dynamics a benzina, la ibrida e la M3, per intenderci): quattro a benzina (1.6 da 136 CV, 2.0 da 184 e 245 CV e 3.0 da 306 CV) e sette turbodiesel (2.0 da 116, 143, 163, 184 e 218 CV e 3.0 da 258 e 313 CV).

BMW 316i Touring (da 33.150 euro)

Ci sentiamo di consigliare la 316i Touring (prezzi fino a 38.420 euro) solo a chi vuole una station wagon BMW e vuole risparmiare il più possibile. Sotto il cofano ospita un propulsore 1.6 sovralimentato a benzina da 136 CV.

BMW 320i Touring (da 38.000 euro)

La BMW 320i Touring (prezzi fino a 45.670 euro) è secondo noi la scelta migliore per chi non percorre molti chilometri: dotata di un motore dalla cilindrata elevata (2.0), povero di coppia (270 Nm) e un po’ troppo assetato (14,5 km/l dichiarati per la xDrive a trazione integrale da noi consigliata, più sfruttabile per un uso familiare), è però molto potente (184 CV) e regala prestazioni paragonabili a quelle di una sportiva (7,5 secondi sullo “0-100” per la variante a trazione posteriore).

BMW 328i Touring (da 41.500 euro)

La BMW 328i Touring (prezzi fino a 46.570 euro) è la serie 3 station wagon benzina a quattro cilindri più potente: monta un motore 2.0 sovralimentato da 245 CV e scatta da 0 a 100 chilometri orari in 6 secondi netti.

BMW 335i Touring (da 48.450 euro)

In assenza della M3 Touring la BMW 335i Touring (prezzi fino a 58.220 euro) è la variante più sportiva a ciclo Otto della familiare bavarese: motore 3.0 a sei cilindri in linea da 306 CV e uno “0-100” da 5,5 secondi.

BMW 316d Touring (da 32.650 euro)

La BMW 316d Touring (prezzi fino a 37.920 euro) è la versione d’accesso alla gamma delle familiari turbodiesel di Monaco: abbastanza scattante, specialmente se abbinata al valido cambio automatico (11,1 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h), presenta però altre pecche. Qualche esempio? Il peso eccessivo in rapporto alla potenza (116 CV)  e il motore ancora Euro 5 dalla cilindrata elevata (2.0) poco vivace ai bassi regimi, povero di coppia (260 Nm), un po’ rumoroso a freddo e leggermente assetato (21,3 km/l per la manuale).

BMW 318d Touring (da 37.060 euro)

La BMW 318d Touring (prezzi fino a 44.920 euro) è più divertente da guidare rispetto alla 316d: scattante (9,2 secondi sullo “0-100”) nonostante la potenza non esagerata (143 CV), agile nelle curve e valorizzata dal cambio automatico, è ancora penalizzata - come la cugina meno “cavallata” - dalla cilindrata di due litri del propulsore, oltretutto ancora Euro 5. Esistono concorrenti che offrono potenze simili con cubature più contenute e quindi più adatte a risparmiare sull’assicurazione RC Auto.

BMW 320d Efficient Dynamics Touring (da 39.550 euro)

La BMW 320d Efficient Dynamics Touring (prezzi fino a 43.820 euro) è perfetta per chi vuole consumare poco (23,3 km/l) ma non è solo la parsimonia il punto di forza di questa variante, che offre le cose migliori con il cambio automatico e regala un buon piacere di guida nelle curve. Il motore ha una cilindrata stavolta adeguata alla potenza (163 CV, non molti in rapporto alle rivali) ma è ancora Euro 5, non è particolarmente brioso (8,2 secondi per l’automatica) a causa della coppia scarsa (380 Nm), è un po’ ruvido nel sound e potrebbe essere più vivace ai bassi regimi.

BMW 320d Touring (da 39.550 euro)

La BMW serie 3 “perfetta”? Senza dubbio la 320d Touring (prezzi fino a 47.220 euro), in particolar modo se abbinata alla trazione integrale e al cambio automatico, due elementi che rendono la station wagon bavarese un mezzo estremamente versatile per la famiglia. Il motore - ancora Euro 5 - è molto potente (184 CV) ma povero di coppia (380 Nm) e non particolarmente elastico ai bassi regimi.

BMW 325d Touring (da 42.800 euro)

La BMW 325d Touring (prezzi fino a 47.870 euro) è la versione quattro cilindri diesel più potente in listino: monta un motore 2.0 da 218 CV, raggiunge una velocità massima di 238 km/h e accelera da 0 a 100 chilometri orari in 6,9 secondi.

BMW 330dA Touring (da 48.250 euro)

La BMW 330dA Touring (prezzi fino a 55.720 euro) è un piccolo gioiello della tecnica: ospita sotto il cofano un propulsore (ancora Euro 5, dalla cubatura elevata - è un 3.0 - e non molto vivace ai bassi regimi) a sei cilindri in linea ricco di cavalli (258 CV) e di coppia (560 Nm) che offre prestazioni da sportiva DOC (5,4 secondi sullo “0-100” per la xDrive a trazione integrale) e consumi da primato (19,6 km/l dichiarati per la variante a trazione posteriore). Nelle curve è agilissima e il cambio automatico è uno dei migliori della categoria.

BMW 335dA Touring (da 54.750 euro)

La BMW serie 3 Touring più “cattiva” è senza dubbio la 335dA (prezzi fino a 59.620 euro): motore 3.0 sovralimentato a gasolio da 313 CV, 250 km/h di velocità massima e 4,9 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

BMW serie 3 Touring: gli optional

Come per la berlina anche per la BMW serie 3 Touring gli optional consigliati per arricchire le versioni “base”, Sport, Luxury e Msport sono i sensori di parcheggio (510 euro), il cruise control (490 euro) e la vernice metallizzata (960 euro). Sulla Business, oltre al regolatore di velocità e alla vernice metallizzata, inseriremmo i fari allo xeno (1.000 euro).

BMW serie 3: guida all'acquisto

L'opinione dei lettori