• pubblicato il 08-10-2016

BMW serie 5: guida all'acquisto

Tutto quello che c'è da sapere sull'ammiraglia bavarese: prezzi, motori, pregi e difetti

La BMW serie 5 - arrivata alla sesta generazione (nata nel 2010 e nota anche con la sigla F10) - è una delle ammiraglie più apprezzate al mondo. Disponibile a trazione posteriore o integrale, presenta tre diverse varianti di carrozzeria: berlina, Touring (station wagon) e GT (cinque porte sviluppata sul pianale della quinta serie della serie 7).

In queste tre guide all’acquisto vi mostreremo nel dettaglio tutte le versioni presenti in listino: prezzi, motori, accessori, prestazioni, pregi, difetti e chi più ne ha più ne metta.

BMW serie 5: guida all’acquisto

Nonostante sia un’ammiraglia relativamente compatta la BMW serie 5 offre tanto spazio alle gambe dei passeggeri posteriori. L’abitacolo, però, non è altrettanto spazioso nella zona delle spalle di chi si accomoda dietro e il bagagliaio potrebbe essere più capiente. Le finiture sono buone ma le rivali dirette regalano una maggiore sensazione di qualità percepita.

Gli allestimenti della BMW serie 5

Gli allestimenti della BMW serie 5 sono cinque: “base”, Business, Luxury, Msport e M5. La versione “entry level” - quella da noi consigliata - non è molto dotata: airbag frontali, laterali e a tendina, bracciolo centrale posteriore con portabevande, Brake Energy Regeneration, cerchi in lega da 17”, climatizzatore automatico bizona, cruise control con funzione freno, fari allo xeno, luci diurne a LED, attacchi Isofix, radio Bluetooth USB Aux In Mp3, sedili anteriori a regolazione parzialmente elettrica (per inclinazione schienale ed altezza sedile), sensore pioggia, sensore luci e sensore pressione pneumatici.

La variante Business costa 3.250 euro più della “base” a parità di motore: un prezzo interessante abbinato però ad una dotazione a nostro avviso ancora incompleta: Drive Comfort Package (climatizzatore bizona, luci interne, sensori di parcheggio anteriori e posteriori, retrovisori interni ed esterni autoanabbaglianti, esterni ripiegabili elettricamente) e Business Package (navigatore Business, connected drive services e cambio automatico).

La BMW serie 5 Luxury costa tanto (5.050 euro più della Business a parità di propulsore) ma è molto ben dotata: Drive Comfort Package, Premium Connection (navigatore BMW Connected Pro, Comfort smartphone connectivity, Connected Drive Services), Controller iDrive Touch nella consolle centrale, fendinebbia a LED, pelle Dakota, volante sportivo in pelle, modanature in legno pregiato Fineline antracite, cerchi in lega da 18”, Chrome Line esterno, calandra a doppio rene con finitura cromata e battitacco anteriori illuminati con scritta BMW.

Anche la Msport è cara (1.200 euro più della Luxury a parità di motore) e ricca di accessori: Drive Comfort Package, Premium Connection, BMW Apps e pacchetto sportivo M. Quest’ultimo pack comprende l’assetto sportivo M (non disponibile sulle xDrive a trazione integrale), i cerchi in lega da 18”, gli interni in stoffa/Alcantara, il kit aerodinamico M, le modanature in alluminio, il poggiapiedi M e il rivestimento interno del padiglione in colore antracite.

La dotazione di serie della sportivissima BMW M5 comprende: illuminazione adattiva in curva, accensione senza inserimento chiave, airbag frontali, laterali e a tendina, bocchette di aerazione centrali posteriori, Brake Energy Regeneration, cambio automatico a doppia frizione DKG a sette rapporti, cerchi in lega da 20”, climatizzatore automatico quadrizona, cruise control con funzione freno, Dynamic Damper Control, dischi freno anteriori e posteriori autoventilanti da 19 pollici, attacchi Isofix, fari allo xeno, Harman Kardon Sound System, High-beam assistant, High Precision Injection, radio Aux-in MP3 CD Bluetooth, interni in pelle, modanature in legno alluminio, sensori di parcheggio anteriori e posteriori, pneumatici Runflat, retrovisori interno ed esterni autoanabbaglianti (esterni ripiegabili elettricamente), sedili sportivi anteriori riscaldati, sensore pioggia, sensore luci, navigatore, vernice metallizzata e volante sportivo M multifunzione.

BMW serie 5: tutti i modelli in listino

Di seguito troverete tutte le caratteristiche delle versioni della BMW serie 5. La gamma motori dell’ammiraglia tedesca è composta da tredici unità: cinque a benzina (2.0 da 184 e 245 CV, 3.0 a sei cilindri da 306 CV e 4.4 V8 da 450 e 560 CV), un 3.0 a sei cilindri ibrido da 340 CV e sette turbodiesel (2.0 da 150, 190 e 218 CV e 3.0 a sei cilindri in linea da 249, 258, 313 e 381 CV).

BMW 520i (da 45.250 euro)

La BMW 520i (prezzi fino a 54.750 euro) è la versione a benzina più accessibile della “segmento E” bavarese. Sotto il cofano ospita un motore 2.0 da 184 CV e 270 Nm di coppia.

BMW 528i (da 54.450 euro)

Nonostante un motore non molto potente (245 CV) e povero di coppia la BMW 528i (prezzi fino a 63.950 euro) offre prestazioni notevoli (“0-100” in 6,3 secondi). Il propulsore da due litri è elastico, poco assetato di carburante (15,6 km/l dichiarati, meno convincenti le percorrenze in città) ed elastico ed è abbinato ad un ottimo cambio automatico a 8 rapporti. Disponibile esclusivamente a trazione integrale, potrebbe essere più coinvolgente nelle curve.

BMW 535i (da 60.000 euro)

La BMW 535i (prezzi fino a 69.180 euro) è, secondo noi, la scelta migliore per chi vuole un modello a benzina: esistono rivali più agili e con più cavalli (306) ma la presenza sotto il cofano di un motore a sei cilindri in linea compensa tutto.

BMW 550i (da 83.350 euro)

La BMW 550i (prezzi fino a 85.400 euro) è perfetta per chi cerca prestazioni da supercar ma ama l’understatement: fuori sembra una serie 5 come tutte le altre ma monta un propulsore 4.4 V8 da 450 CV.

BMW M5 (110.350 euro)

La BMW M5 è la serie 5 più cattiva di sempre: motore 4.4 V8 da 560 CV e 680 Nm di coppia, 250 km/h di velocità massima e 4,3 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

BMW Active Hybrid 5 (da 66.550 euro)

La BMW Active Hybrid 5 (prezzi fino a 72.450 euro) - variante ibrida dell’ammiraglia di Monaco - non si acquista per consumare meno (solo in città beve poco) ma per guidare un mezzo innovativo ed ecologico. Pronta ai bassi regimi, monta un motore 3.0 dalla cilindrata relativamente contenuta (se paragonato a cosa offre la concorrenza) a sei cilindri in linea contraddistinto da un sound inconfondibile e da una grande quantità di coppia. Ottimo il cambio automatico.

BMW 518d (da 44.600 euro)

La BMW 518d (prezzi fino a 54.100 euro) è il modo più economico per entrare nel magico mondo delle “segmento E” bavaresi. Il motore 2.0 ha una cilindrata contenuta che consente di risparmiare sull’assicurazione RC Auto ma è un po’ rumorosetto, poco vivace e un po’ troppo assetato di gasolio (colpa del peso elevato).

BMW 520d (da 47.100 euro)

La BMW 520d (prezzi fino a 61.550 euro) è secondo noi la serie 5 da acquistare: “beve” più delle rivali come la 518d e non è il massimo dell’agilità nelle curve ma i 40 CV in più (190 anziché 150) offerti dal motore 2.0 turbodiesel garantiscono prestazioni decisamente più convincenti.

BMW 525d (da 50.850 euro)

La BMW 525d (prezzi fino a 65.300 euro) è perfetta per chi non si accontenta della 520d: il motore 2.0 a gasolio - pur non avendo una gran coppia - è potentissimo (218 CV), elastico, con un allungo eccellente e capace di offrire prestazioni fantastiche.

BMW 530d 249 CV (da 55.100 euro)

La BMW 530d 249 CV (prezzi fino a 67.300 euro) è la soluzione più economica per chi non può rinunciare ad un motore diesel a sei cilindri in linea. Il propulsore 3.0 ha una cilindrata elevata, è carente di cavalli (soluzione adottata per non pagare il superbollo) e di coppia e non è particolarmente virtuoso alla voce “consumi” ma è prontissimo ai bassi regimi e se la cava alla grande nelle partenze da fermi.

BMW 530d 258 CV (da 55.100 euro)

La BMW 530d 258 CV (prezzi fino a 67.300 euro) costa come la variante da 249 CV: conserva gli stessi pregi (motore a sei cilindri in linea elastico e scattante) e difetti (cilindrata elevata, consumi alti e coppia non eccezionale) ma a differenza della versione meno potente è soggetta al pagamento del superbollo.

BMW 535d (da 61.750 euro)

La BMW 535d (prezzi fino a 73.630 euro) consuma relativamente poco - specialmente considerando i valori dichiarati nel ciclo urbano - in rapporto alla potenza (313 CV). Il motore 3.0 a gasolio (cilindrata poco amata dal fisco) conserva uno dei sound migliori mai ascoltati su un propulsore diesel ma continua ad avere meno coppia della concorrenza ed è meno elastico rispetto alle varianti più “tranquille”.

BMW M 550d (89.450 euro)

La BMW M 550d è la serie 5 diesel più sportiva del listino: il propulsore diesel da tre litri genera ben 381 CV di potenza e consente alla “berlinona” di Monaco di raggiungere una velocità massima di 250 km/h e di accelerare da 0 a 100 chilometri orari in 4,7 secondi.

BMW serie 5: gli optional

La dotazione di serie della BMW serie 5 “base” andrebbe a nostro avviso arricchita con tre optional fondamentali: i fendinebbia (230 euro), i sensori di parcheggio (840 euro) e la vernice metallizzata (1.280 euro). I fendinebbia e la tinta metallizzata starebbero bene anche sulla variante Business insieme ai fari adattivi a LED (2.120 euro).

Le varianti Luxury e Msport andrebbero arricchite con i fari a LED, con la vernice metallizzata e il cruise control attivo (1.600 euro) mentre sulla M5 aggiungeremmo, oltre ai fari a LED, il tetto apribile (1.300 euro).

BMW serie 5 Touring: guida all’acquisto

La BMW serie 5 Touring - variante station wagon dell’ammiraglia di Monaco - è una familiare relativamente compatta (4,91 metri di lunghezza) che presenta alti e bassi alla voce “versatilità”: se è vero che offre tanto spazio alle gambe e alla testa dei passeggeri posteriori è altrettanto vero che in tre dietro si sta stretti e che il bagagliaio potrebbe essere più capiente. Come per la berlina, le finiture sono meno curate di quelle delle rivali tedesche.

Gli allestimenti della BMW serie 5 Touring

Gli allestimenti della BMW serie 5 Touring sono quattro: “base”, Business, Luxury e Msport. La versione “entry level” - quella da noi consigliata - non è molto dotata: airbag frontali, laterali e a tendina, bracciolo centrale posteriore con portabevande, Brake Energy Regeneration, cerchi in lega da 17”, climatizzatore automatico bizona, cruise control con funzione freno, fari allo xeno, luci diurne a LED, attacchi Isofix, radio Bluetooth USB Aux In Mp3, sedili anteriori a regolazione parzialmente elettrica (per inclinazione schienale ed altezza sedile), sensore pioggia, sensore luci e sensore pressione pneumatici.

La variante Business costa 3.250 euro più della “base” a parità di motore ed è ben dotata: Drive Comfort Package (climatizzatore bizona, luci interne, sensori di parcheggio anteriori e posteriori, retrovisori interni ed esterni autoanabbaglianti, esterni ripiegabili elettricamente) e Business Package (navigatore Business, connected drive services e cambio automatico).

La BMW serie 5 Touring Luxury (5.050 euro più della Business a parità di propulsore) ha un prezzo conveniente in rapporto alla concorrenza ed è ricca di accessori: Drive Comfort Package, Premium Connection (navigatore BMW Connected Pro, Comfort smartphone connectivity, Connected Drive Services), Controller iDrive Touch nella consolle centrale, fendinebbia a LED, pelle Dakota, volante sportivo in pelle, modanature in legno pregiato Fineline antracite, cerchi in lega da 18”, Chrome Line esterno, calandra a doppio rene con finitura cromata e battitacco anteriori illuminati con scritta BMW.

Anche la Msport (1.200 euro più della Luxury a parità di motore) è ricca di accessori: Drive Comfort Package, Premium Connection, BMW Apps e pacchetto sportivo M. Quest’ultimo pack comprende l’assetto sportivo M (non disponibile sulle xDrive a trazione integrale), i cerchi in lega da 18”, gli interni in stoffa/Alcantara, il kit aerodinamico M, le modanature in alluminio, il poggiapiedi M e il rivestimento interno del padiglione in colore antracite.

BMW serie 5 Touring: tutti i modelli in listino

Di seguito troverete tutte le caratteristiche delle versioni della BMW serie 5 Touring. La gamma motori dell’elegante station wagon bavarese è composta da undici unità: quattro a benzina (2.0 da 184 e 245 CV, 3.0 a sei cilindri in linea da 306 CV e 4.4 V8 da 450 CV) e sette turbodiesel (2.0 da 150, 190 e 218 CV e 3.0 a sei cilindri da 249, 258, 313 e 381 CV).

BMW 520i Touring (da 47.800 euro)

La BMW 520i Touring (prezzi fino a 57.300 euro) è la versione a benzina più accessibile dell’elegante familiare teutonica: monta un motore 2.0 da 184 CV e accelera da 0 a 100 km/h in 8,3 secondi.

BMW 528i Touring (da 57.000 euro)

La BMW 528i Touring (prezzi fino a 66.500 euro) ospita sotto il cofano un motore poco potente (245 CV), povero di coppia e dal sound non molto gratificante ma presenta anche molti altri vantaggi: un propulsore elastico e scattante (6,6 secondi sullo “0-100”), un cambio automatico rapido e fluido nei passaggi marcia e consumi relativamente bassi (ma non in città).

BMW 535i Touring (da 62.550 euro)

La BMW 535i Touring (prezzi fino a 71.730 euro) è la versione che ci sentiamo di consigliare a chi vuole un elegante station wagon a benzina: il motore a sei cilindri in linea non è un mostro di potenza (306 CV) e consuma parecchio (12,3 km/l dichiarati) ma ha un sound celestiale ed è tanto pronto ai bassi regimi quanto efficace in allungo.

BMW 550i Touring (da 82.800 euro)

La BMW 550i Touring (prezzi fino a 84.850 euro) è la serie 5 station wagon più cattiva del listino: merito di un motore 4.4 V8 da 450 CV che le permette di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 4,7 secondi.

BMW 518d Touring (da 47.150 euro)

Se desiderate una BMW serie 5 Touring e volete spendere il meno possibile la 518d Touring (prezzi fino a 56.650 euro) è la soluzione ideale. Grazie al motore 2.0 turbodiesel da 150 CV la familiare teutonica scatta da 0 a 100 chilometri orari in meno di dieci secondi.

BMW 520d Touring (da 49.650 euro)

La BMW 520d Touring (prezzi fino a 64.100 euro) è, a nostro avviso, la versione più equilibrata della lussuosa familiare di Monaco. Il motore - un po’ rumorosetto e non particolarmente elastico - offre consumi bassissimi.

BMW 525d Touring (da 53.400 euro)

La BMW 525d Touring (prezzi fino a 67.850 euro) è una variante potenziata della 520d e si distingue dalla “cugina” per una notevole quantità di cavalli (218) ma anche per i consumi più alti. La coppia non è molta.

BMW 530d 249 CV Touring (da 57.650 euro)

La BMW 530d 249 CV Touring (prezzi fino a 69.850 euro) è la soluzione ideale per chi vuole l’ottimo motore a sei cilindri in linea (caratterizzato però da una cilindrata elevata: 3.0) ma non vuole pagare il superbollo. Tra i pregi di questa versione segnaliamo il sound coinvolgente, le prestazioni convincenti, la grande elasticità e l’ottimo comportamento (per un diesel) ai regimi più alti. Tra le note negative il comportamento stradale meno incisivo rispetto alle rivali, i consumi alti e i valori non eccezionali di potenza e di coppia.

BMW 530d 258 CV Touring (da 57.650 euro)

La BMW 530d 258 CV Touring (prezzi fino a 69.850 euro) conserva gli stessi pregi (motore a sei cilindri in linea, sound gratificante, prestazioni briose ed erogazione pronta a qualsiasi regime) e difetti (cilindrata poco amica di chi vuole stipulare un’assicurazione RC Auto e coppia non esagerata) della variante da 249 CV. Leggermente più grintosa ma anche soggetta al pagamento del superbollo.

BMW 535d Touring (da 64.300 euro)

La BMW 535d Touring (prezzi fino a 76.180 euro) è rivolta a chi non si accontenta della 530d: il motore a sei cilindri in linea beve relativamente poco ma ha una cilindrata elevata e predilige gli alti regimi. I cavalli sono 313: tanti ma meno di quelli offerti da altre rivali.

BMW M 550d Touring (92.000 euro)

La BMW M 550d Touring è la serie 5 station wagon diesel più cattiva in commercio: sotto il cofano ospita un motore 3.0 a sei cilindri in linea da ben 381 CV che le permette di raggiungere una velocità massima di 250 km/h e di accelerare da 0 a 100 chilometri orari in 4,9 secondi.

BMW serie 5 Touring: gli optional

La dotazione di serie della BMW serie 5 Touring “base” andrebbe a nostro avviso arricchita con tre optional fondamentali: i fendinebbia (230 euro), i sensori di parcheggio (840 euro) e la vernice metallizzata (1.280 euro). I fendinebbia e la tinta metallizzata starebbero bene anche sulla variante Business insieme ai fari adattivi a LED (2.120 euro).

Le varianti Luxury e Msport andrebbero arricchite invece con i fari a LED, con la vernice metallizzata e con il cruise control attivo (1.600 euro).

BMW serie 5 GT: guida all’acquisto

La BMW serie 5 GT (acronimo di Gran Turismo) non è solo la variante a cinque porte dell’ammiraglia bavarese. Più alta di 10 cm e con un passo più lungo di 10 cm, è sviluppata sullo stesso pianale della quinta generazione della serie 7, è disponibile a trazione posteriore o integrale ed è adatta a chi ha bisogno di più spazio rispetto alla versione Touring.

Gli allestimenti della BMW serie 5 GT

Gli allestimenti della BMW serie 5 GT sono tre: “base”, Business e Luxury. La versione “entry-level”, quella che ci sentiamo di consigliare, offre: airbag frontali, laterali e a tendina, apertura Comfort portellone posteriore, bocchette di aerazione centrali posteriori, Brake Energy Regeneration, cambio automatico, cerchi in lega, climatizzatore automatico, controlli di stabilità e trazione, Driving Dynamic Control, fari allo xeno, attacchi Isofix, radio CD Aux In Mp3 Bluetooth USB, interni in pelle, sensori di parcheggio posteriori, sedili anteriori a regolazione parzialmente elettrica, sensore pioggia, sensore luci, sensore pressione pneumatici e volante in pelle.

La versione Business costa 2.590 euro più della “base” a parità di motore e aggiunge il Drive Comfort Package (telecamera posteriore, sensori di parcheggio anteriori, retrovisori autoanabbaglianti, esterni ripiegabili elettricamente) e il Business Package (navigatore Business e connected drive services) mentre la dotazione di serie dell’allestimento Luxury (3.250 euro più della Business a parità di propulsore) risponde con: Drive Comfort Package, Premium Connection (navigatore BMW Connected Pro, comfort smartphone connectivity e connected drive services), BMW Apps, fendinebbia a LED, pelle Dakota, volante sportivo in pelle, modanature in legno pregiato Fineline antracite, cerchi in lega da 19” e finiture cromate.

BMW serie 5 GT: tutti i modelli in listino

Di seguito troverete tutte le caratteristiche delle versioni della BMW serie 5 GT. La gamma motori dell’ammiraglia a cinque porte teutonica è composta da cinque unità: due a benzina (3.0 a sei cilindri in linea da 306 CV e 4.4 V8 da 450 CV) e tre turbodiesel (2.0 da 184 CV e 3.0 a sei cilindri in linea da 258 e 313 CV).

BMW 535i Gran Turismo (da 67.200 euro)

La BMW 535i Gran Turismo (prezzi fino a 73.040 euro) è la versione a benzina che ci sentiamo di consigliare. Disponibile esclusivamente a trazione integrale, monta un ottimo motore 3.0 a sei cilindri in linea da 306 CV e 400 Nm di coppia che le permette di accelerare da 0 a 100 km/h in 6,1 secondi.

BMW 550i Gran Turismo (da 93.000 euro)

La BMW 550i Gran Turismo (prezzi fino a 95.000 euro) è la versione più cattiva della berlinona a cinque porte di Monaco: merito del motore 4.4 V8 da ben 450 CV.

BMW 520d Gran Turismo (da 57.450 euro)

La BMW 520d Gran Turismo (prezzi fino a 63.290 euro) è il modo più economico per entrare in possesso della versatile “segmento E” tedesca nonché la versione che ci sentiamo di consigliare. Disponibile esclusivamente a trazione posteriore, ospita sotto il cofano un motore 2.0 turbodiesel da 184 CV.

BMW 530d Gran Turismo (da 64.600 euro)

La BMW 530d Gran Turismo (prezzi fino a 73.240 euro) è disponibile a trazione posteriore o integrale e monta l’ipercollaudato propulsore a gasolio a sei cilindri in linea 3.0 da 258 CV.

BMW 535d Gran Turismo (da 69.950 euro)

La BMW 535d Gran Turismo (prezzi fino a 78.540 euro) è la serie 5 GT migliore per chi percorre tanti chilometri ma non può rinunciare alle prestazioni. Il motore a gasolio da tre litri genera una potenza di 313 CV.

BMW serie 5 GT: gli optional

La dotazione di serie della BMW serie 5 GT andrebbe arricchita a nostro avviso con tre optional fondamentali: i fendinebbia (230 euro), il navigatore (1.900 euro) e la vernice metallizzata (1.280 euro). I fendinebbia e la tinta metallizzata starebbero bene anche sulla Business insieme ai fari adattivi a LED (2.120 euro).

I fari a LED e la vernice metallizzata andrebbero a nostro avviso aggiunti anche sulla Luxury insieme al cruise control adattivo (1.600 euro).

BMW serie 5: guida all'acquisto

L'opinione dei lettori